Una vacanza a Barcellona: pillole di viaggio

Primavera, Travel | 14 giugno 2016 | By

Sagrada Familia
E’ la prima volta che scrivo un post di viaggi, e sono emozionata come una bambina alla sua prima gita fuoriporta.
Ho amato Barcellona fin dall’arrivo in aeroporto, e conservo tantissimi ricordi tutti meravigliosi (anche la visita al Park Güell sotto il diluvio) che sarà difficile condensare in un post, ma ci proverò.
PS: se volete una mappa online con di tutto un po’ vi lascio QUI quella che avevo preparato prima di partire.

(altro…)

Spaghettine integrali in stile busara

spaghetti busara
Raramente posto piatti di pesce nel blog, eppure l’adoro, ma qui è davvero difficile trovarlo buono e soprattutto fresco.
Qualche giorno fa, complice la volontà di rendere onore a dei prodotti che mi sono stati inviati dal sito UFUUD, (un e-commerce molto ben fornito di specialità alimentari di pregio ed anche a buon mercato) ho voluto realizzare uno dei primi piatti che più adoro in assoluto, ossia gli spaghetti alla busara, a modo mio.

(altro…)

Blog tour Marca Treviso in Rosso

Blogging | 25 gennaio 2016 | By

MarcaTrevisoInRosso
Sono passati ormai due mesi dal weekend del 27-29 novembre, eppure mi sembra di avere ancora sotto agli occhi le immagini della marca trevigiana e di un tour bellissimo, intenso e molto ben organizzato tra arte, orti e cibo.

(altro…)

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 7)

Libri di cucina | 20 gennaio 2016 | By

Migliori libri cucina
Anno nuovo e nuovo appuntamento per i libri di cucina che mi piacciono, che uso sempre o che hanno qualcosa che davvero fa meritare i soldi spesi per comprarli.
Quelli di oggi sono un insieme di acquisti e regali, sempre consigliatissimi dopo accurata analisi e test in cucina.

(altro…)

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 3)

 
Terza puntata (e qui la 1 e la 2) della Rubrica sui libri che non possono assolutamente mancare nella vostra libreria (e so che da amanti dell’arte del cucinare avete già una lunga wishlist!).
Oggi ho preferito dedicarmi ai libri di base, a quelli con le tecniche assolute e imprescindibili, che vanno dalle classiche ricette di casa agli approfondimenti scientifici, alcuni che ormai sono la mia guida da anni e gli altri in ordine di acquisizione, ma tutti estremamente consigliati!

(altro…)

Dolci Regali (perché non c’è due senza tre)

Libri di cucina | 16 dicembre 2014 | By

 
 
Il Natale è alle porte ed oggi volevo parlarvi del nuovo libro dell’MTC che uscirà proprio in questa giornata: DOLCI REGALI.
Non semplicemente perché potrebbe essere una bellissima idea di regalo di Natale con la sua copertina dorata, ma perché c’è anche una mia ricetta!
 
E’ un libro che parte dalla ricetta del babà per poi spaziare in tutte quelle preparazioni sorte tra la fine del XVII e gli inizi del XIX secolo, ossia quando la pasticceria vede il suo sviluppo come arte autonoma, in cui i dolci lievitati diventano il simbolo del potere (da qui l’aggettivo Regali nel titolo).
Al contempo però troviamo anche ricette ‘povere’, perché anche il popolo voleva poter godere di quelle delizie nei giorni di festa.
 
Una sezione a parte raccoglie le ricette che hanno concorso come accompagnamento nella sfida, appunto, del babà, ossia Zucchero (bagne e sciroppi), Creme e la Dispensa del Castello (con liquori, conserve, etc), portando così a compimento un insieme di 131 ricette.
Cosa aspettate a comprarlo??
 
Se se volete partecipare all’anteprima, recatevi MARTEDÌ 16 DICEMBRE alle ORE 18.00 al CAFFE’ CAMBI, VICO FALAMONICA, 1 R di GENOVA

 

DOLCI REGALI
Collana “I libri dell’MTChallenge”
SAGEP Editori- Genova
Prezzo di copertina: 18,00 euro
Foto Paolo Picciotto
Illustrazioni Mai Esteve
Editor: Fabrizio Fazzari
Impaginazione: Barbara Ottonello
in vendita in tutte le librerie e online su Amazon e IBS.

Acquistando una copia di Dolci Regali, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link:http://www.piazzadeimestieri.it/), un
progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in uno spazio che ricrea l’atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e, ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della realtà, derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.

Visto che nel libro troverete la mia ricetta del Lemon Curd, presto vi proporrò una variazione sul tema!

 

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 2)

 

 
E’ passato un po’ (troppo) tempo dalla prima puntata di questa Rubrica, ma mi sono completamente persa nei meandri del blogging.
Ebbene, oggi vorrei recuperare, con ben 6 libri che fluttuano tra gli scaffali ed il banco di lavoro.
Due mi sono arrivati da poco, altri li ho da tempo e uno ormai è mio compagno inseparabile da un paio d’anni e non tradisce mai.
Eccoli!
 
1- Hamburger Gourmet -BLEND HAMBURGER GOURMET
Per me, che amo alla follia i panini (la mia famiglia ha gestito per anni un rifugio sugli impianti sciistici ed io adoravo la piastra dove la mamma mi ha insegnato a fare i migliori club sandwich del mondo: primo o poi doterò la mia cucina del Fry-top!) e non ne ho mai abbastanza di sperimentare questo è un libro unico, che parte dalla ricetta dei buns, passando per una miriade di salse e condimenti, fino ad arrivare alle ricette vegetariane. Decisamente da non perdere!
 
2- Crudo – DELPHINE DE MONTALLIER
Ve lo dico, è particolare, ma, a mio parere, in senso positivissimo!
Non è un libro totally raw, ma sono una serie di proposte in più ambiti di come realizzare ottime preparazioni crude o scottate, con marinature e condimenti.
Bella anche la parte sulla basi senza cottura per le torte!
 
3- California Bakery– ALESSIO BAU’
Per moltissimi starò citando un libro-culto e si chiederanno che bisogno ci fosse di citarlo.
Eppure l’ho voluto inserire, perchè è si un libro di ricette ben spiegate e tradizionali, senza margine d’errore, ma è soprattutto la storia di un sogno, di cosa può fare la forza di volontà.
Le ricette assumono quindi quasi la forma di un contorno che rende ancora più magico questo volume imperdibile!
 
4- Leçons de confitures – CHRISTINE FERBER, MARIE-FRANCE MICHALON
Ho preso questo libro da poco, ma l’ho subito scelto tra i miei preferiti.
Non conosco il francese, eppure è scritto in maniera semplice e capibile, e con un traduttore online per capire alcune parole sconosciute lo si usa tranquillamente. Ho in programma di provare presto alcune idee, ed il bello di questo volume è che ha sia ricette classiche (ovviamente realizzate con l’ormai famoso Metodo Ferber che permette di evitare l’uso della pectina senza snaturare la freschezza degli ingredienti con lunghe cotture) sia particolari, con abbinamenti intriganti.
 
5- Dolci– GIOVANNI PINA
Cercavo un volume con la pasticceria di base e mi sono imbattuta in questo manuale ben fatto, che spiega nei dettagli, ma in maniera facile, tutte le basi, con ricette più o meno complesse.
Il bello di questo libro è che spiega il perché di certe tecniche, ingredienti o utensili.
Unica pecca, ma è solo una questione personale: le fotografie non mi piacciono particolarmente.
 
6- Regali golosi– SIGRID VERBERT
Uso questo libro da tempo, un paio d’anni sicuramente.
Mi piace, è ben strutturato (a parte gli smile continui nelle ricette: aiuto!) e si trovano moltissime tipologie di ricette e consigli, idee e trucchetti. Consigliato per chi come me ama fare regali fatti in casa per Natale o avvenimenti speciali, ma anche per qualche idea dolce o salata in cucina semplice e golosa, con anche una mini sezione light e gluten free.
Del resto chi segue il suo blog non può non apprezzarla! 



PS: non sono in alcun modo collegata con editori e rivenditori, per mia praticità vi metto il collegamento ad Amazon dove io mi rifornisco prevalentemente e senza intoppi!

Le merende di Mamma Papera

Spesso essere foodblogger, o sperare di esserlo non è facile.
Passi da un mondo di amici che si complimentano con te per le ricette che prepari, ad una realtà alternativa e distorta, in cui se sei bravo giornalisti e cuochi ti additano per il tuo ‘non essere né uno né l’altro‘. Nel mio piccolo non sono arrivata a tanto, tant’è che nemmeno mi definisco foodblogger, ma conosco la realtà di questo ambiente che non guarda in faccia nessuno.
E’ un mondo in salita, dove un like o un commento possono addirittura rovinarti o renderti migliore la giornata. Certo, le meno emotive vanno avanti, sopportano e supportano, ma tutte abbiamo una vita fuori delle nostre pagine, un lavoro, impegni e disavventure e spesso quando il blog è il tuo sfogo, il posto dove ti senti vera e capace, anche la minima critica può affondarti.
Una premessa doverosa per un post particolare oggi, dedicato di nuovo ad un libro di cucina, ma non dell’MTC questa volta.
E’ il libro di Alessandra, in arte Mamma Papera, il cui blog in continua evoluzione è stato e sarà spunto per molte di noi, che aneliamo ad avere la sua forza e la sua caparbietà per portare avanti un progetto così impegnativo e ben riuscito.
Il libro si intitola Le Merende di Mamma Papera, è ormai diffuso nelle librerie e negli store online, quindi non potete perdervelo.
Io l’ho già messo nella mia (eterna) wishlist di Amazon, ed oggi scopro che Alessandra ha addirittura organizzato un bel Giveaway mettendo a disposizione tre copie con dedica, quindi come potevo mancare? Impossibile!
Ecco quindi che: con questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le righe di un libro, che comincia il 18 luglio e termina il 25.
Nell’attesa di sapere se vincerò questa piccola meraviglia, vi invito a seguire il suo blog, la sua pagina facebook ed a comprare il libro!!
n
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf
on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf

on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf
on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf
on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf

Insalata da Tiffany: perchè questo è più bello!

Oggi volevo parlarvi di nuovo dell’ MTC.

Ogni mese, ormai da gennaio, partecipo a questo bellissimo contest in cui ci si sfida a colpi di ricette.
Ogni mese un tema, con regole e ricette base, sui cui ci si può sbizzarrire ed il blog vincitore sceglie la sfida per il mese successivo.
Adoro quel mondo, in cui le sfide non creano competitività, ma aiutano a crescere, imparare e amare le ricette degli altri quasi più delle proprie, scoprendo nuove tecniche e tipicità.

Questa piccola premessa perché è uscito il secondo libro!
Esatto si, già il secondo, perché il primo, L’ora del Patè ha sbancato i record con 2000 copie esaurite nel giro di una settimana e una ristampa che è finita in un mese. Insomma MTC= una garanzia.
Ed ecco spiegato l’hastag che da qualche giorno invade la rete, crea dubbi e chiacchiericci: #questoepiubello!

Il secondo libro si intitola Insalata da Tiffany, è edito dalla Sagep Editori, con la preziosa collaborazione di Fabrizio Fazzari e Barbara Ottonello e da oggi è ufficialmente acquistabile attraverso i canali online (Amazon, Ibs etc) e presto anche in tutte le librerie.

In questo testo però non troverete delle semplici insalate, bensì piatti unici, completi e meravigliosi che rendono omaggio alla Belle Epoque dove Escoffier & co. gli diedero nuova vitalità.
Insomma 41 ricette di ‘insalate da Tiffany’,
ossia le insalate pensate non come contorni o piatti veloci, ma come
vere e proprie protagoniste delle nostre tavole. Seguono poi 53 ‘pezzi facili’, vale a dire insalate nel
senso più classico del termine. Le prime sono tutte ambientate nella
Belle Epoque, con pezzi d’epoca originali e preziosissimi, le seconde hanno una grafica
assolutamente contemporanea, con le illustrazioni di Mai Esteve , il tutto fotografato dal bravissimo Paolo Picciotto.
In mezzo,
ci sono x alla enne condimenti: emulsioni stabili e instabili, aceti,
olii, sali aromatizzati, citronette, vinaigrette, maionesi e tutto
quanto serve per condire l’insalata in modo da renderla originale e
sempre diversa.
E poi, c’è il ‘solito’ tutto il resto: il c’era una
volta, con la parte storica, e la parte più tecnica, con le attrezzature,
i consigli, il come si fa, etc.
Al ‘tempo delle insalate’ io non avevo ancora scoperto questo bellissimo gruppo di blogger, preparate ed agguerrite, e questo mio post è per loro, per rendere omaggio ad un lavoro intenso e impegnato da parte di tutte per ‘un’insalata come non l’avete mai vista‘.
Infine la cosa che è davvero importante, ultima, ma non ultima:

Acquistando una copia di Insalata
da Tiffany, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi
di Piazza dei Mestieri (link: http://www.piazzadeimestieri.it/),
un progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e
che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in
uno spazio che ricrea l’atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe
di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e,
ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira
dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove
persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi
culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la
centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in
questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi
con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della  realtà,
derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il
proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche
attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.
Insalata da Tiffany viene distribuito oggi in tutte le principali
librerie italiane. Se ancora non lo trovaste, vi invitiamo a richiederlo
direttamente ai librai.
Se volete acquistarlo on line, è disponibile da oggi sul sito di
Sagep Editori e nei prossimi giorni su Amazon , ai seguenti link:

Sagep
Amazon

Insalata da Tiffany – Collana I libri dell’MTChallenge, vol. 2″
Sagep Editori
da un’idea di Alessandra Gennaro
direzione e coordinamento editoriale, editing
Fabrizio Fazzari- Alessandra Gennaro
Progetto Grafico
Sagep Editori
impaginazione
Barbara Ottonello
fotografie
Paolo Picciotto
illustrazioni
Mai Esteve


euro 18,00

Lo shopping per le gite fuori porta

Blogging | 1 maggio 2014 | By

casa e picnic
Rieccoci con la rubrica dello shopping!!
Quest’oggi, visto che è il primo di maggio, voglio mostrarvi qualche oggetto utile per le scampagnate nel parco, oppure per le gite fuori porta, comprese delle posate che mi piacciono tantissimo, il tutto con i colori che preferisco: sfumature di grigio, verde menta e il nero. Del resto, come dico sempre, gli accessori per casa e cucina non bastano mai (“quello stampo da torte li proprio mi serve, DEVO comprarlo!“)
Buona visione!


1- One – o – One
E’ una travel mug, il cui nome si rifà al più alto grattacielo di Taipei, ma anche un oggetto di design su cui punta la casa Hangar Design, e presentato al FuoriSalone 2014.
Si trova in tre colorazioni pastello e la superficie in ceramica è trattata con una fascia sottostante che migliora la presa, ma è il tappo in noce che gli da quel tocco in più di eleganza, quasi un oggetto da mettere in bella mostra in soggiorno.
Al momento non riesco a trovare come acquistarla, ma vi lascio il link alla scheda tecnica del FuoriSalone


2- Multi Basket by Nord
Bello da vedere in casa, come porta spezie o oggetti vari, è pratico anche come veloce cesto da picnic, con elementi refrigeranti. Costituito da materiali diversi, ossia plastica, feltro, silicone e bambù, è lineare e proporzionato. Lo potete acquistare qui!


3- Posate New Retrò
Loro sono l’ultima chicca made by Bitossi Home che mi sono comprata. Dovrebbero arrivarmi tra un paio di giorni, ma già le adoro, con quel tocco retrò, ma la colorazione iper moderna.
Ci sono di quattro verniciature: argento, oro, rame e nero. Indecisa sul colore,e avevo viste in un negozio durante le vacanze, però costavano un po’, e tornata a casa ho fatto mille ricerche in internet finché ho scovato una buona offerta (che vi passo : QUI) e ho optato per quelle nere.


4- Cilio Stresa Deluxe
Set per i picnic, questo è da due persone, ma la stessa casa produttrice li fa anche per 4 commensali.
E’ in vimini, con le cinghie in nylon ed ha uno spazio ampio per tenere al fresco il vostro cibo, con anche i tovaglioli ed il cavatappi! A me piace davvero molto, sono stata sul punto di acquistarlo più volte, chissà che prima o poi non mi arrivi a casa! Potete acquistarlo su Amazon, qui.


5- Posate Pois Bugatti
In acciaio e con doppio stampaggio di colore, sono eleganti e divertenti allo stesso tempo.
Ci sono diversi colori e disegni, ma queste sono quelle che preferisco.
Potete trovarle qui.

CONSIGLIA Liquore alla liquirizia