Noodle al cavolo rosso

Le fissazioni, uno stile di vita.
Amore e odio.
Quei piccoli puntigli che ti si appendono in zucca e non riesci più a levarli.
E allora li coccoli e li fai sentire come a casa loro, in una mente un po’ traballante e confusa.

Quando ho provato per la prima volta i Noodle in stile stir fry (in alternativa si trovano non saltati, ma nelle zuppe) è stato amore incondizionato.

(altro…)

Spaghettine integrali in stile busara

spaghetti busara
Raramente posto piatti di pesce nel blog, eppure l’adoro, ma qui è davvero difficile trovarlo buono e soprattutto fresco.
Qualche giorno fa, complice la volontà di rendere onore a dei prodotti che mi sono stati inviati dal sito UFUUD, (un e-commerce molto ben fornito di specialità alimentari di pregio ed anche a buon mercato) ho voluto realizzare uno dei primi piatti che più adoro in assoluto, ossia gli spaghetti alla busara, a modo mio.

(altro…)

Maccheroncini alle barbabietole con crema di patate, speck e porri

maccheroni, trafilati, homemade, barbabietole, rape rosse, petra 5, crema di patate, speck, porro, cucina di montagna
Pubblico di domenica, perché una vera foodblogger non lo fa.
Pubblico di domenica, perché la pasta fresca si fa in questo giorno.
Pubblico di domenica, perché perdo il conto delle giornate.
Pubblico di domenica e wordpress non funziona.
Pubblico di domenica, perché oggi scade il concorso Petra.

Oggi un piatto di pasta fresca, rigorosamente fatta in casa, realizzata con la farina Petra 5 e le barbabietole dell’orto. Dei maccheroncini bellissimi e trafilati al bronzo, che ho voluto servire con un abbinamento che raccoglie tutti i frutti della mia terra di montagna: porri, speck e patate.
Un primo colorato, autunnale e profumatissimo.

(altro…)

Linguine al sugo di pomodoro, basilico, cioccolato e polvere di sedano (e chiodi di garofano)

Linguine, pasta al pomodoro, sugo, basilico, cioccolato, pomodoro, sedano polvere, chiodi garofano, essiccato, essiccatore, cottura veloce
Finalmente ritorno a preparare una ricetta per l’MTC, dopo che il mese scorso ho dovuto abbandonare quella sul Pan di Spagna (ma prima o poi lo farò, promesso!) a causa di un forno che ormai ha i giorni contati.
Questo mese il tema è la Pasta col Pomodoro con ben tre ricette proposte da Paola, che ha dimostrato una conoscenza fantastica e ce l’ha messa a disposizione come un libro dettagliato e accurato.
Come ultimamente succede, davanti alla Ricetta del mese sono rimasta un pochino spiazzata: io non sono una gran fan della pasta, soprattutto dei sughi semplici. Infatti nella mia cucina, oltre al classico ragù con la ricetta di casa, ci sono solo preparazioni particolari, alternative, di altre culture o regioni…ma la pasta col pomodoro proprio no.
Ebbene, mica potevo rinunciare: giammai!
Così ho accolto la sfida, ci ho girato attorno per più di qualche giorno finché  mi sono decisa a fare un tentativo, con il solito olfatto che mi guidava ad occhi chiusi.

(altro…)

Pesto di broccoletti viola, anacardi e noci

pesto, homemade, broccoli, broccoletti viola, parmigiano, olio evo, anacardi, noci, easy in 20 minuti
La vita va, vola e fin troppo spesso ci scorre tra le mani.
Poi ci sono degli attimi in cui proviamo a trattenerla, quasi fosse un tiro alla fune tra noi e lei, sempre sul limite, finché il punto d’appoggio cede e cadiamo.
E’ normale.
Si dice ‘è così, è la vita’.
Ma non è sempre giusto.
Non si può sempre accettare.
E così si crolla come un castello che improvvisamente si rivela di carte.
Nessuno merita di soffrire, di farsi carico dei problemi altrui, ma capita a tutti, l’importante è riuscire a non farsi sopraffare dalle situazioni, riprendere in mano la fune della propria vita a tirarla a sé più forte della sfortuna, del destino o semplicemente di chiunque ti remi contro.

(altro…)

Penne integrali con melanzane, bufala, uovo e ricotta salata

Autunno, Primi piatti | 23 febbraio 2015 | By

pasta, melanzane, uovo, bufala, ricotta salata

Riemergo finalmente dall’oblio dell’assenza di connessione internet oggi, finalmente, dopo 8 giorni, con molti post in arretrato e tantissime amiche da andare a trovare nelle loro casette: arrivo da voi il prima possibile!
Oggi vi volevo parlare di una ricetta che è tra le mie preferite per i primi di pasta, che normalmente non amo, e me la preparava sempre la mamma con tantissimo sugo.
Non so bene da dove abbia origine. Ricorda molto la pasta alla norma, ma con l’aggiunta di ingredienti diversi (di solito mia mamma la rifiniva con la ricotta affumicata, che ci sta divinamente, ma ho finalmente scovato in un negozio la ricotta salata e ho voluto inaugurarla proprio per questa ricetta) e l’uso della pasta integrale, che preferisco anche perché profumatissima.

(altro…)

La pasta e fagioli di casa

Inverno, Primi piatti | 10 dicembre 2014 | By

Quando partecipo ad un contest mi piace farlo in maniera completa.
Cerco di capire a fondo le richieste, la possibilità di spaziare nelle mie conoscenze o tra i piatti tradizionali e, soprattutto, voglio dargli il rispetto che merita.
Dietro ad ogni concorso, piccolo o grande che sia, c’è lavoro e impegno, che non credo siano ripagati da un semplice banner, mentre anche poche parole riescono a dargli quel minimo di accento che gli spetta.

(altro…)

Pasta fresca ai piselli con bottarga

Fare la pasta fresca mi piace, mi rilassa e mi dà soddisfazione, anche perché è molto più semplice di quanto si pensi.
Non la faccio spesso, più che altro la preparo per dare più esaltazione a qualche sugo particolare con primizie o prodotti di eccellenza.


Mi hanno regalato un pezzo di bottarga di tonno profumatissimo, quini ho deciso di preparare un impasto diverso dal solito, ossia facendo in casa una farina di piselli da aggiungere alla classica semola rimacinata. Ne è risultata una pasta dai sapori freschi e primaverili, che si sposava perfettamente con la bottarga.

Potete condirla a piacere, anche con un sugo fresco di pomodorini e basilico ci sta benissimo.
PS: nella foto qui sotto appesi accanto alle tagliatelle ci sono dei simil pici fatti con gli scarti di pasta madre (100 gr pasta madre, 105 gr farina, 52 gr acqua), stesi a mano con spessore di circa 4 mm, tagliati a strisce, arrotolati, cucinati 6-7 minuti e ovviamente conditi con cacio e pepe: provateli!
Pasta fresca ai piselli con bottarga di tonno
Ingredienti (4 persone)
-100 gr piselli secchi spezzati;
-150 gr farina di semola di grano duro rimacinata;
-2 uova (le mie categoria -1);
-2/3 cucchiai acqua;
-1 pizzico di sale;
-50 gr burro;
-bottarga di tonno, a piacere
Macinate finemente i piselli, fino ad ottenere una polvere della consistenza della farina.
Unitevi la semola, il sale, mescolate e formate la fontana, al cui centro metterete le uova. Iniziate ad impastare e valutate la consistenza dell’impasto, aggiungendo pochissima acqua alla volta, finché non sarà facile da lavorare senza essere appiccicosa.
Impastatela velocemente sulla spianatoia ottenendo una massa liscia ed omogenea, quindi copritela con una ciotola capovolta e fate riposare mezz’ora.
Io l’ho passata attraverso la sfogliatrice, 3 volte, riducendo man mano lo spessore, fino a quello più sottile.

Spolverate bene le strisce di pasta con la semola e arrotolatele partendo dai bordi, sovrapponetele quando arrivate al centro e tagliate con un coltello affilato dello spessore che preferite, tenendo conto che in cottura si allargano leggermente.
Cuocete in acqua bollente salata circa 4-5 minuti e intanto sciogliete delicatamente il burro in una padella.
Scolate, unite nella padella con qualche cucchiaio di acqua di cottura, fate rapprendere quindi spegnete, unite la bottarga grattugiata, impiattate e servite subito.

Tagliatelle alla curcuma

Sono giornate un po’ strane queste; il meteo ballerino, che fa temperature estive quando dovrebbe nevicare e che vela i cieli quando servirebbero giornate piene di vita, destabilizza il mio umore, quindi oggi cerco di rivivere i profumi variegati di una piatto che ho realizzato per una cena tra amici, per rincuorare lo spirito.
Ormai caduta nel vortice della pasta fresca, appena posso la preparo, cercando di superare il mio fastidio per la classica “inscatolata” (infatti credo che il mio fastidio per i primi di pasta sia proprio quest’ultima, perché tantissimi sughi li adoro, anche un semplice pomodoro e basilico, oppure il ragù), allora oggi vi do la ricetta delle tagliatelle alla curcuma, che ho condito con ricotta fresca, pomodori secchi, basilico e scorzette d’arancia.


Tagliatelle alla curcuma con ricotta, basilico e pomodori secchi

Ingredienti (4 persone)

 PASTA

-200 gr semola rimacinata grano duro (più a parte per stenderla);
-100 gr farina 00;
-1 cucchiaino sale fino; 
-2/3 cucchiaini curcuma;
-3 uova intere;
 SUGO
-250 gr ricotta fresca;
-3 cucchiai latte fresco;
-6 pomodori secchi, sott’olio, sgocciolati;
-scorza grattugiata di mezza arancia;
-5/6 foglie basilico tritate;
-sale e pepe;
-acqua di cottura;
-pecorino grattugiato;
-olio extravergine d’oliva.
Preparate l’impasto a mano, o con l’impastatrice, regolandovi con un
cucchiaio in più di farina o di acqua in base alla consistenza, che
dev’essere morbida, ma che offre una certa resistenza alla pressione.
Fate riposare coperto o avvolto nella pellicola per 20 minuti.
Mettete a bollire una pentola d’acqua e tirate la pasta (io uso il penultimo spessore) infarinatela, arrotolatela e tagliatela, con un coltello bello spesso, a strisce di 7-8mm. Stendetela e infarinatela, in modo che non si attacchi.
Procedete ora con il sughetto.
Tagliate a listarelle sottili i pomodori e metteteli in padella con la ricotta, il latte, pepate e salate (leggermente, i pomodori sono già saporiti).
Accendete la fiamma bassa, finchè non inizia a sobbollire, quindi unite l’arancia ed il basilico, spegnete. 
Salate l’acqua e buttate la pasta, ci vorranno circa 3-4 minuti; scolatela non completamente e ponetela sul sugo. Accendete la fiamma, mantecate in pentola aggiungendo il pecorino ed eventualmente altra acqua di cottura della pasta se dovesse risultare troppo asciutto.
Impiattate, versate olio evo a filo, una spolverata di pecorino e servite.

Bavetta al cavolo romano e pancetta

Buongiorno, la foto qui sopra è il panorama che mi ha accolto al risveglio.
Che meraviglia!
Certo, la neve porta con sé mille inconvenienti: strade disagevoli, badile e mal di braccia, freddo e scivoloni facili, ma finché si sta chiusi in casa col caminetto acceso pensando ai regali di natale è tutto così ovattato e candido…
Bene, dopo questa piccola premessa, vi mostro un piatto veloce, uno dei miei tanti esperimenti su cibi nuovi che non avevo mai assaggiato: pasta col cavolo romano (broccolo romanesco).
L’odore acre che secernono in generale i cavoli durante la cottura mi ha sempre tenuta lontana dall’assaggiarli…che errore!
Ho visto il broccolo romanesco al mercato e mi sono innamorata del colore, delle forme così matematicamente perfette, ed ho deciso di provarlo, prima crudo e poi saltato in padella per condire una pasta.
Eccovi la ricetta!
 
 
Bavette ai broccoli e pancetta
 
Ingredienti (2 persone)
-200 gr bavette;
-1/2 broccolo romanesco;
-1 bicchiere d’acqua;
-80 gr pancetta affumicata tagliata spessa;
-olio, sale e pepe;
-pecorino romano per condire;
 
Tagliate a pezzetti il broccolo, lasciandone magari qualcuno più grande per decorare il piatto, mettetelo in una padella con l’olio, condite con sale e pepe e fate rosolare un paio di minuti, quindi unite l’acqua e lasciate cuocere 10 minuti a fuoco basso con un coperchio.
Intanto mettete sui fornelli una pentola capiente con l’acqua e salatela al bollore, quindi immergetevi le bavette e mescolate ogni tanto.
Togliete il coperchio dai broccoli e lasciate asciugare. Tagliate a dadini la pancetta, fatela dorare in un padellino con un filo d’olio ed unitela ai broccoli.
Scolate la pasta molto al dente, mettetela nella padella del condimento con due/tre cucchiai di acqua e grattateci sopra abbondante pecorino, mescolando continuamente per 2/3 minuti finché la pasta si è ben mantecata.
Impiattate aiutandovi con una pinza che farete roteare per rendere compatta la presentazione, versate il sugo, spolverate con un pizzico di pepe, un filo d’olio e servite.
 
 
CONSIGLIA Ciambella con sorpresa