Crumble fiorito di mele (e mandarini)

crumble, mele, mandarini, marmellata, fiocchi di riso, senza glutine, gluten free, zucchero di canna, easy
Barattoli che quando li apri fanno uscire quel che di più bello ha la natura da regalare.
E cosa fai? Non li provi in abbinamento con un piatto classico e semplice, magari reso glutenfree? Certo che si!

Qualche mese fa degli amici di famiglia ci hanno portato un sacco di vasetti di marmellate fatti con la loro frutta dei campi: marmellata d’arance, con o senza buccia, e di mandarini. La meraviglia è stato scoprire che erano completamente senza zucchero (prima o poi mi farò dare la ricetta, e anche la frutta però!), saporite e dolci al punto giusto!
Ero dubbiosa su quella di mandarini, visto che ne faccio fuori a tonnellate da crudi, mentre nei dolci non li sopporto, e mi ha stupita. Buona, con un profumo stupendo e della nota amara solo una parvenza .

(altro…)

Torta di ricotta ai frutti rossi e cacao

Dolci | 27 luglio 2015 | By

torta sbriciolata, ricotta, cacao, fruti rossi, mirtilli, lamponi, fragole, frolla al cacao, crumble, ricotta, iFood, wood
A volte sono le piccole cose che ti conquistano.
Un messaggio gentile, un sorriso sincero o una carezza delicata.
Nulla è semplice a questo mondo, ma basta guardare fuori dal proprio angolino buio per trovare spunti di felicità.
Sto imparando a tralasciare le cose e le persone negative, che non ti fanno bene, che non ti fanno a crescere e che fatichi ad aiutare. Purtroppo non tutto si può evitare, ma se posso scegliere, voglio la luce, gli affetti reali, la verità, anche se fa male.

Guardando la home di iFood qualche giorno fa è proprio quello che ho visto in questa torta sbriciolata: bella, esternamente croccante con un cuore morbido di ricotta arricchito dai cranberries, in cui i contrasti vincono. Assunta coglie nel segno, sempre, e dopo aver stampato la ricetta non l’ho messa nella to do list, ma sono corsa a prepararla, visto che il clima autunnale improvviso ed i 15 gradi invitavano ad accendere il forno.
Ho ridotto di 1/3 le dosi per usare uno stampo da 18 cm e usato un misto di frutti rossi secchi al posto dei soli cranberries.

(altro…)

Happy birthday Ale e crostata di mele ricca con streusel

Dolci | 26 gennaio 2015 | By

Il 27 gennaio è arrivato e siamo tutti online ora, nel medesimo momento, per fare gli auguri ad Alessandra, conosciuta ai più come Van Pelt in Gennaro.
Lei è il punto fermo dell’MTC e ultimamente ha ripreso in mano le redini del suo blog per deliziarci con le sue ricette, magari già da lei preparate ed elargite ed ora diffuse ufficialmente a suo nome.

(altro…)

Granola fiorita (con riso, avena e cardamomo)

Dolci, Intolleranze | 19 gennaio 2015 | By

 
Durante le mini vacanze natalizie sono stata a Milano a trovare un sacco di amiche e, visto che lo shopping di props&co non è andato a buon fine, almeno mi sono consolata con un libro, da cui ho tratto e reinterpretato questa ricetta, ossia The Green Kitchen (prossimamente nella rubrica Libri).

Io amo la granola eppure, non so perché la faccio di rado, così l’altro giorno, fiera di aver trovato i fiocchi di riso, ho voluto provarne una variante con i fiori edibili e mi è piaciuta tantissimo.

(altro…)

Contest Orange is the new Black (e crumble di cachi)

 

Inizia oggi e si protrae fino a metà dicembre una nuova collaborazione tra blog, un contest sul mood autunnale del momento.
Più precisamente One in a Million e Col Kitchen & Photos coopereranno all’insegna del grido ‘Orange is the new Black’!
L’idea è nata così, senza preavviso, durante uno scambio di chiacchiere in amicizia e dopo alcuni post correlati. Ebbene dopo lunghe conversazioni attraverso Facebook, Skype e Whatsapp ce l’abbiamo fatta a dar vita a questo concorso a distanza, ma reso vicino dall’amore per la cucina e per la condivisione.

(altro…)

Trancetti con composta di fragole

Blogging, Dolci | 30 settembre 2014 | By

Domani comincia il mese di ottobre.
Siamo in autunno.
Ed ho le fragole sul balcone.
Rosse e rigogliose, piccole e dolcissime.
Non sto a discutere ancora sulla non-estate, ma sono felicissima che sia arrivata, con sommo ritardo, e ci stia regalando delle giornate meravigliose.
Qui di giorno ci sono 22-25 gradi, c’è sempre vento (la mia otite ringrazia) e la sera/mattina ci attestiamo sui 4-8 gradi.
Non ci lamentiamo. 
E raccogliamo fragole come se fosse luglio (e #comesenoncifosseundomani)!

Questi frutti d’inizio estate non sono perfettamente a tema, ma visto che qui si usa la composta (se volete farla in casa è semplicissima: fragole, pectina 1:2 e zucchero con metà peso delle fragole, 10 minuti di cottura ed è pronta, fresca e non pesante con lunghi tempi di bollitura; ora mi sto studiando il metodo Ferber, magari più avanti ve ne parlo! E se volte una composta alternativa di fragole, provate questa al balsamico!) aprite la vostra dispensa e preparate questa bontà, facile e buonissima, trovata (e modificata) sul libro Regali Golosi di Sigrid Verbert 
TRANCETTI CON COMPOSTA DI FRAGOLE
Ingredienti (circa 24 pz):
-250 g farina 00;
-1 cucchiaino lievito per dolci;
-250 g zucchero semolato;
-240 g burro;
-2 tuorli;
-1/2 cucchiaino estratto vaniglia;
-300 g composta fragole;
-50 g nocciole pelate;
-1 pizzico sale.
Preparazione:
Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida e chiara.
In una ciotola unire gli ingredienti secchi (farina, lievito e sale).
Unire alla crema di burro i tuorli e l’estratto di vaniglia, poi gli ingredienti secchi.
Impastate velocemente in modo da ottenere una massa morbida.
Dividetela in due parti, coprite con pellicola e fare riposare in frigorifero per un’ora.
Trascorso questo tempo prelevate una parte d’impasto e mettete l’altra nel freezer per almeno 15 minuti.
Rivestite una teglia rettangolare (circa 20 x 30 cm) con carta da forno ed accendete il forno a 170°.
In un mortaio spezzettate le nocciole senza renderle una farina, lasciando anche qualche pezzo più grosso.
Con la parte tolta del frigo stendete una base con cui fodererete la base della teglia e spalmateci sopra la marmellata. Prendete dal freezer l’impasto freddo e grattugiatelo, con una grattugia a fori larghi, sopra alla marmellata, distribuendolo senza mescolare; spolverate quindi con le nocciole.
Infornate per circa 30 minuti, o comunque finché la superficie non sarà dorata.
Sfornate e lasciate raffreddare, quindi tagliate a quadratoni e servite.


Crumble alle rose di ciliegie e more

Dolci, Estate | 11 giugno 2014 | By


Il crumble è una preparazione veloce semplicissima che dà moltissime soddisfazioni, perché versatile e mai banale, in quanto si può giocare sia sull’ingrediente di base (dolce o salato, frutta o verdura, carne o anche pesce…) sia sui componenti del crumble (farina o pangrattato, frutta secca o cereali in fiocchi…) o potete addirittura rovesciarlo.
Oggi ve ne propongo uno particolare, che profuma di fiori primaverili, di frutta fresca e di vaniglia.
Lo sciroppo di rose so che molte lo preparano in casa, ma io, non disponendo della materia prima, ne ho acquistato uno buonissimo alle rose e vaniglia che mi piace molto e che regala delle note favolose ai dolci che condisce.
Se siete fortunate ed avete le rose, in internet ci sono moltissime ricette ben fatte, oppure potete sostituirlo con 2 cucchiaini di estratto di vaniglia, mantenendo l’aroma dei fiori solo nel crumble. dove ci sono le rose essiccate.

(altro…)

Banoffee al cioccolato

Blogging, Dolci | 24 febbraio 2014 | By

Questo dolce mi era stato suggerito da un’amica qualche tempo fa, così ho deciso di provarlo, in una variante ancora più golosa dell’originale, ossia aggiungendoci una finitura al cioccolato (giusto per non modificare il concetto che in questo dolce le calorie sono direttamente proporzionali alla bontà :D).
All’inizio volevo metterlo nella base, sapendo che si sposa perfettamente con le banane, ma poi pensando ai vari strati secondo me mancava qualcosa, così ho deciso di fare una ganache fondente come ultimo livello.
Il banoffee classico è nato come una torta con base di frolla, poi uno strato di crema mou, le banane (ban-offee= banana+toffee) ed infine la panna montata con un cucchiaino di caffè solubile come finitura, la cui base pian piano si è modificata nel tipico crumble compatto di biscotti&burro.
Diciamo che quindi la mia ricetta è una rivisitazione della rivisitazione (credo di aver aggiunto ancora un po’ di calorie a questa bomba, ma una volta che l’assaggi ti dimentichi della linea e non vorresti più smettere)!
Ho poi provato a realizzare in casa il latte condensato e non è venuto affatto male, soprattutto il gusto è praticamente identico a quello in barattolo.
Bene, viste tutte queste premesse, vediamo la ricetta!
Banoffee al cioccolato
Ingredienti
LATTE CONDENSATO (ricetta Ambra Romani)
-500 ml latte fresco;
-380 gr zucchero a velo;
-40 gr burro.
BANOFFEE
-120 ml latte condensato;
-150 gr biscotti integrali stile Digestive;
-60 gr burro;
-2 cucchiai latte;
-2 banane;
-succo mezzo limone;
-80 gr cioccolato fondente;
-50 ml panna;
-1 cucchiaio granella nocciole.
Unite in una pentola alta il latte, lo zucchero(se usate lo zucchero a velo fatto in casa, aggiungetevi 2 cucchiaini di maizena) ed il burro. Portate lentamente ad ebollizione e continuate a mescolare per 10-15 minuti, dovrebbe già cominciare ad addensarsi. Spegnete il fuoco e versate in un barattolo a chiusura ermetica (se lo preparate apposta per questo dolce mettetene già la giusta dose in un piccolo vaso da marmellata), fate raffreddare e ponete in frigorifero. Consumate entro 3-4 settimane.
Mettete in un barattolo piccolo da marmellate (da 125 ml) il latte condensato, riempiendolo fino alla base dell’imboccatura e chiudetelo molto bene. Avvolgetelo in un tovagliolo o un canovaccio, in modo che non si rompa durante l’ebollizione e mettetelo nella pentola a pressione con circa 1,5 lt d’acqua, in modo che sia ben coperto. Lasciate cuocere circa 20 minuti dal fischio, poi spegnete la fiamma e lasciate sfiatare senza forzature. Con una presina da forno prelevatelo dalla pentola e lasciatelo raffreddare. Dovrebbe aver assunto il tipico colore del Dulce de leche, o mou.
Frantumate i biscotti, con un mortaio o a piccole pulsioni nel frullatore e metteteli in una fondina.
Tagliate a fettine le banane e irroratele col succo di limone in modo che non anneriscano.
In un pentolino versate la panna, quando è bollente aggiungete il cioccolato e spegnete subito, quindi mescolate energicamente finché non sarà una ganache bella morbida. Io, visto il meteo, l’ho messa a raffreddare fuori della finestra coperta (oppure appena il pentolino si raffredda mettetela in frigorifero).
Fate sciogliere delicatamente il burro in un pentolino o al microonde, quindi versatelo sui biscotti, mescolate bene e ponete 1/4 sul fondo di ogni bicchierino/ciotolina (oppure tutto intero in una tortiera da 22 cm) e mettete in frigorifero.
In una ciotola versate il latte e mettetela 10 secondi in microonde. Unitevi i 3 cucchiai colmi di Dulce e mescolate, quindi versate il tutto sulla base (o sulle 4 basi) di crumble raffreddate.
Fate uno strato di banane consistente, quindi prendete la ganache e versatene sempre 1/4 in ogni contenitore, in modo da coprire completamente le banane.
Spolverate con la granella di nocciole e, o mangiatelo subito, oppure ponetelo in frigo, per poi portarlo a temperatura ambiente almeno 20 minuti prima di gustarlo.
Ora, dopo averlo assaggiato, non pensate anche voi che sia bontà allo stato puro?

Key Lime Pie in barattolo

key lime pie, barattolo, easy, meringata, lime, limone, meringa, crumble, vasetti 
Dopo aver preparato, con abbastanza successo, la Meringata al limone (qui), ho voluto provare a rivisitare la ricetta sulla scia di una Key Lime Pie, scomponendola e riadattandola ad un bicchierino goloso (in questo caso un bellissimo barattolo da marmellata un po’ retrò).
Ne è risultata una crema meravigliosa (e sostanziosa grazie al latte condensato), con sopra un leggero crumble spadellato (crumble, crumble, ormai faccio post solo sui crumble!) e rifinita con ormai la mia nonpiùnemica meringa fiammeggiata.
Mi piace la consistenza dei bicchierini, e soprattutto la loro apparenza scenica di gran effetto.

(altro…)

Crumble alle castagne di spinaci e ricotta

Quando sono un po’ influenzata e affaticata mi ci vuole più tempo per elaborare una ricetta, collegare gli abbinamenti; insomma, in generale, vado a rilento. In questi giorni ‘funziono’ così, ma, per fortuna, qualche bella idea spunta fuori, come una cocotte (arrivate insieme ad una più grande a Natale, evviva!) profumata e dai sapori di casa.
Mi è sempre piaciuto l’abbinamento ricotta e spinaci, o più in generale spinaci e formaggi, e qui ci ho aggiunto un filo di consistenza dato dalla mozzarella, e una punta di sapore croccante, data dal crumble di farina di castagne, peperoncino e pomodori secchi.

(altro…)

CONSIGLIA Pizza in teglia con burrata e carciofi