Zucchine sott’olio

ZucchineSottolio1
Ogni tanto passo di qua, con piccoli spunti golosi, perché se non le fate ora le zucchine sott’olio quando volete prepararle?
Il mio orto trabocca, le raccolgo ancora piccine e sode al mattino, unisco cipolla bianca, aromi a piacere (normalmente faccio un paio di vasetti per ogni erba aromatica) una sbollentata veloce in olio ed aceto e via, pratiche e saporite.

(altro…)

Confettura di ciliegie e rabarbaro (e timo)

Confettura di ciliegie, rabarbaro e timo
Prendi un giorno di sole e una reflex un po’ abbandonata.
Prendi le pagine ingiallite di un blog stanco, che necessita di nuova linfa.
Prendi un sacchetto pieno di ciliegie saporite e la vicina che ha un rabarbaro enorme e lo lascia morire ogni anno.
Prendi in mano la tua vita, chiudi dietro una porta i momenti no, le persone che non ti capiscono, esci la sera e cammina sotto i raggi della luna, respira l’aria pulita, scaccia il nero della mente e riempilo di colore, di vita.

Oggi vi mostro la ricetta con il metodo Ferber per una confettura deliziosa (il metodo l’ho appreso dal libro di Christine Ferber, Leçons de confitures), estiva e d’un rosso frizzante, realizzata con ciliegie e rabarbaro.

(altro…)

Tiramisù 2.0

Dolci | 17 giugno 2016 | By

Tiramisù rotolo bisquit
La storia di un mezzo fallimento, con un lieto fine
.
Quando Pure Stagioni mi ha contattato per provare alcune delle loro confetture ero felicissima ed ho subito iniziato a pensare a come esaltare queste piccole perle in un barattolo bellissimo. Volevo preparare un rotolo con la confettura di fragole, visto che non avevo mai fatto la pasta bisquit.
PRIMO ERRORE,testare sempre una prima volta le ricette.

(altro…)

Ketchup homemade

ketchup, homemade, fatto in casa, salsa, conserva, sterilizzato, spezie, pomodoro, cottura lunga
Diciamolo, non sono una fanatica del ‘tuttofattoincasa’. Ma mi piace, e pure tanto.
Mi da soddisfazione, è un arte casalinga in cui adoro rinchiudermi, però non nego che spesso compro biscotti, infusi, pasta, creme e salse già pronte perché il tempo langue e per fortuna ci sono questi palliativi (rigorosamente ricercati tramite accurata scelta e lettura dell’etichetta).
Questa salsa è la preferita di mio marito, in assoluto e in purezza. Io l’apprezzo prevalentemente abbinata alle carni, che siano una luganega saporita, un hamburger oppure il bollito.
Ho preso la ricetta del Ketchup da un libro di cui vi ho parlato QUI, Non solo Patatine, e sono partita dal pomodoro a crudo visto che è la sua stagione, modificando le spezie a piacere, ed è risultato ricco e profumatissimo.

(altro…)

Mini brioches allo yogurt con marmellata di limone, timo e vaniglia

Dolci, Primavera | 3 giugno 2015 | By

brioche, yogurt, morbide, light, ripiene, marmellata, limone, timo, vaniglia
Amo sfogliare i libri.
Le pagine profumate, le parole che si fissano nella mente, i racconti delicati e le frasi che si susseguono come una sinfonia.
Ma adoro ancor di più immergermi nei libri di cucina.
Li sfoglio un paio di volte e poi segno le ricette da provare, leggendo storie il cui inizio spesso combacia con la mia situazione attuale, in bilico tra lavoro e passione, tra certezza e cuore, tra realtà e sogno.
Il libro di Sabrine ha già tanti post-it per il futuro e, a distanza di qualche mese dall’acquisto, ho scelto di provare le sue brioche allo yogurt.
Ovviamente (quando mai riesco a seguire una ricetta?) ho ritoccato leggermente la ricetta, soprattutto per quanto riguarda le farine e le dosi di lievito e le ho farcite con una marmellata meravigliosa e ricca di amicizia.
Quando l’ho letta sul LORO blog me ne sono innamorata a prima vista, però qui in montagna non si trovano limoni buoni e genuini, così ho rinunciato a farla.

(altro…)

Zucchero ai lillà

zucchero, lillà, fiori eduli, colore, profumo, easy in 20 minuti, dolcificare coi fiori
Quella di oggi non è propriamente una ricetta, mi vergognerei a definirla tale. E’ solo un consiglio profumato su come arricchire la vostra dispensa attraverso questi petali colorati.
Una preparazione semplice, come quello di cui ho bisogno ora, per bilanciare le increspature della vita, così colorata, fresca e con delle foto che mi fanno sognare di essere altrove.
Poche parole oggi, forse sarà il cielo grigio, oppure la consistenza impalpabile della felicità.
Ricordate di usare fiori freschi di cui sapete la provenienza, che potete controllare durante la crescita, non trattati; coglieteli al mattino prima che il sole cominci a scaldare per ricavarne il massimo profumo.

(altro…)

Crostata alla vaniglia con fragole e confettura di sambuco

Dolci | 18 maggio 2015 | By

crostata, vaniglia, frolla Milano, confettura sambuco, fragole
Ritorno da un weekend intenso, bellissimo e speciale.
Ogni volta che incontro qualche amica blogger mi sembra di crescere ad ogni parola, ad ogni scambio di idee ed opinioni. Siamo una fucina creativa fantastica, e più il progetto iFood va avanti e più sono orgogliosa di farne parte, soprattutto dopo il Salone del Libro di Torino dove è stato presentato (anche con uno showcooking eccezionale) il libro Il Gusto della Terra, i cui proventi del diritto d’autore saranno devoluti alla Fondazione Banco Alimentare. E’ un libro che ho sfogliato velocemente e l’ho amato fin da subito, bello, elegante, ricco di foto e contenuti, e con una presentazione strappalacrime di Luca Montersino; io purtroppo non facevo ancora parte del gruppo quando è partito il progetto, però lo sostengo al 1000%.

Oggi una ricetta semplice con qualche ingrediente in più: una classica frolla Milano arricchita dai semi di vaniglia, una confettura per liberare la dispensa in attesa delle prossime conserve e tante fragole di stagione.
Unica nota: usate una confettura o marmellata molto densa, perché essendocene molta poi rischiate di fare un disastro quando tagliate le fette. Piuttosto addensatela con dell’agar agar.

(altro…)

Pesto di broccoletti viola, anacardi e noci

pesto, homemade, broccoli, broccoletti viola, parmigiano, olio evo, anacardi, noci, easy in 20 minuti
La vita va, vola e fin troppo spesso ci scorre tra le mani.
Poi ci sono degli attimi in cui proviamo a trattenerla, quasi fosse un tiro alla fune tra noi e lei, sempre sul limite, finché il punto d’appoggio cede e cadiamo.
E’ normale.
Si dice ‘è così, è la vita’.
Ma non è sempre giusto.
Non si può sempre accettare.
E così si crolla come un castello che improvvisamente si rivela di carte.
Nessuno merita di soffrire, di farsi carico dei problemi altrui, ma capita a tutti, l’importante è riuscire a non farsi sopraffare dalle situazioni, riprendere in mano la fune della propria vita a tirarla a sé più forte della sfortuna, del destino o semplicemente di chiunque ti remi contro.

(altro…)

Bacio bianco al fondente con cuore al caramello salato e pop corn caramellati

Dolci | 16 febbraio 2015 | By

bacio2sopra
Seconda proposta per l’MTChallenge di questo mese, nonostante i mille problemi di connessione e di computer: sarò breve tranquilli!

La prima proposta era un cioccolatino fondente con un ripieno al gianduia profumato dalla polvere di lamponi essiccati in casa e dal rosmarino fresco tritato, arricchito da una piccola sfera di marzapane homemade.
Questo secondo bacio, sempre basato sulla ricetta perfetta che Annarita ci ha dato, è nato dall’idea dell’abbinamento dolce e salato, arricchito dalla contrapposizione della cupola croccante caramellata con il cuore liquido al caramello salato.

(altro…)

Vov homemade

Vov

Il vov è un liquore all’uovo tipico delle zone di montagna, corroborante, che scalda nelle giornate più fredde.
Ci sono molte versioni commerciali, e tantissime ricette casalinghe mai uguali, con piccole varianti personali che lo rendono una bevanda confortevole sempre diversa, sempre buona (e sempre molto alcolica).

Nasce a metà dell’Ottocento nel padovano, dove un maestro pasticcere, Gian Battista Pezziol, volle ricilare i tuorli, scarto della produzione dei suoi famosi torroni, in una bevanda tipo zabaione, che acquisì il nome contratto del termine dialettale di uova (vovi), ossia Vov.
Ebbe una diffusione importante, che fece ottenere a Pezziol anche una medaglia d’argento, e tutt’oggi viene prodotto in maniera industriale. Lo si può consumare, ghiacciato, freddo, caldo oppure in una classica bevanda dei rifugi sciistici: il bombardino.

Nei vari bar e baite dove ho lavorato, la ricetta era sempre la stessa, ma si possono trovare molte varianti, tutte servite in mug di vetro:

-1/3 caffè espresso;
-1/3 vov caldo;
-1 cucchiaio di rum scuro;
-1/3 di panna fino a colmare la tazza;
-una spolverata di cacao amaro;

e con questa vera e propria bomba vi dimenticherete del freddo e degli scarponi stretti!

Oggi è venerdì, e l’appuntamento fisso sglutinato non si può assolutamente scordare, perché essere intolleranti al glutine non vuol dire perdersi un bicchierino di questa dolcezza, con cui partecipo al 100% Gluten Free (fri)day di GlutenFree Travel&Living.

VOV HOMEMADE
per circa 1,8 lt
Print
Prep Time
10 min
Cook Time
15 min
Total Time
30 min
Prep Time
10 min
Cook Time
15 min
Total Time
30 min
Ingredienti
  1. -1 lt latte fresco;
  2. -800 g zucchero;
  3. -1 cucchiaio estratto di vaniglia (o una stecca aperta);
  4. -8 tuorli (a T. ambiente);
  5. -200 ml marsala;
  6. -200 ml alcool puro.
Preparazione
  1. Unite in una pentola dai bordi alti il latte, lo zucchero e l'estratto di vaniglia e mettetelo sul fuoco, a fiamma media; quando arriva a pre-bollore abbassate al minimo e fate sobbollire per circa 15 minuti mescolando, quindi fate intiepidire.
  2. In una ciotola sbattete leggermente i tuorli, unitevi il marsala e l'alcol e mescolate con la frusta in modo da ottenere un liquido omogeneo.
  3. Versate questo composto su quello di latte e amalgamate bene con la frusta.
  4. Disponete un colino a maglie strette sopra ad un imbuto in una bottiglia da 1 lt (preferibilmente scura e con chiusura ermetica, procuratevene due) e versate, filtrando, metà del composto; fate lo stesso per la seconda bottiglia.
  5. Aspettate il completo raffreddamento, quindi chiudete le bottiglie e riponetele in frigorifero.
  6. Agitate spesso, fate riposare per circa 10 giorni, quindi consumatelo poi entro un mese (tenendolo sempre in frigo).
One CAKE in a million http://www.onecakeinamillion.ifood.it/
Se vi piace la ricetta e se volete rifarla e fotografarla, taggatemi nelle vostre foto di instagram come monioneinamillion!

CONSIGLIA Ciambellone al limone