Blog tour Marca Treviso in Rosso

Blogging | 25 gennaio 2016 | By

MarcaTrevisoInRosso
Sono passati ormai due mesi dal weekend del 27-29 novembre, eppure mi sembra di avere ancora sotto agli occhi le immagini della marca trevigiana e di un tour bellissimo, intenso e molto ben organizzato tra arte, orti e cibo.

(altro…)

Saranno Famosi: chi è Paolo Griffa?

Blogging | 30 giugno 2015 | By

immagine da www.ifoood.it

immagine da www.ifoood.it

Eccomi qui a parlarvi un po’ del ‘nostro protagonista‘, il sous chef Paolo Griffa.
Per chi non lo sapesse ieri (lunedì 29) è partita la sfida Saranno Famosi, che vede 20 sous chef affiancati ognuno da una squadra di 5 blogger di iFood che combatteranno a suon di condivisioni, ricette e divertimento online.
Ma per cosa? Beh, ma per la Festa della Rete! I finalisti si ritroveranno a Rimini il 12 settembre, sfidandosi faccia a faccia proprio durante questa festa proclamando lo Chef più amato dalla rete.
La mia squadra, composta da Tamara, Raffaella, Marina e Marinella sta dando il massimo per sostenere Paolo (ehy, tu, aiutaci ad arrivare in finale: clicca QUI, e direttamente dalla pagina di iFood condividi con uno dei social button ♥︎ ), ma ora conosciamolo un pochino.

(altro…)

Orange is the new black: la ricetta dolce vincitrice

Blogging | 18 dicembre 2014 | By

Eccoci finalmente giunti, dopo un mese e mezzo abbondante dal fatidico 3 novembre, alla proclamazione della ricetta che ha vinto il contest più arancione della rete, #Orangeisthenewblack.
 
Lo dico subito, non è stato facile.
E’ il mio primo contest, e collaborare con Nicol è stato davvero unico.

(altro…)

Muffin al profumo di rose, arance e vaniglia

Autunno, Blogging, Dolci | 26 novembre 2014 | By

 
Francia, XVIII secolo.
Odore di fogna e di fumo, di pelli conciate e di pesce andato a male.
Corpi maleodoranti, periferie sudice e città affollate.
E un piccolo bambino privo di odore, che fa quasi paura, con un olfatto sensazionale, ma nessuna capacità di amare e disgustato dai miasmi umani.

(altro…)

Polpettine di miglio ripiene

Per il The Recipe-tionist di questo mese bisognava scegliere una ricetta dal blog di Antonietta, che ho conosciuto grazie all’MTC e soprattutto grazie al suo Babà!
Non è stato facile, ce ne sono tante e tutte invitanti, poi però ho trovato queste Polpettine di Miglio e ne sono rimasta estasiata.

Ho adorato ogni singola parola dell’introduzione, ho amato il ripieno morbido della (sua) mozzarella di bufala e soprattutto l’uso del miglio che sta prendendo piede anche a casa mia (qui e qui due ricette)
Non avevo il lievito in scaglie, così l’ho sostituito con pan grattato e due cucchiai di parmigiano.
Sono buone e sostanziose, io le ho accompagnate con del radicchio di Treviso tardivo sfumato con aceto balsamico e mi sono piaciute tantissimo.
Con questa ricetta partecipo al The Recipe-tionist di novembre.

POLPETTINE DI MIGLIO RIPIENE
TEMPI:
preparazione:15 min
cotture:15+15+20 min
 Ingredienti (3 persone, circa 16 polpette):

-100 g di miglio decorticato;
-2 uova (le mie come sempre arrivano dal cortile della nonna del marito);
-1 cucchiaio parmigiano ;
-1 cucchiaio pecorino;
-60 g mozzarella di bufala ;
-1 cucchiaio prezzemolo tritato;
-1 spicchio aglio ;
-1 presa pepe nero;
-1 presa sale;
-3 cucchiai di mandorle;
-2 cucchiai semi di sesamo;
-3 cucchiai pane grattugiato + 2 cucchiai parmigiano;

Preparazione:

Cuocete il miglio per 15 minuti in 250 ml di acqua a fuoco medio. Spegnete e fate intiepidire senza scolare l’eventuale liquido residuo.
Tritate finemente l’aglio.
Sbattete leggermente le uova con il parmigiano e il pecorino grattugiati, il prezzemolo tritato, l’aglio, il sale e il pepe.
Tostate le mandorle in forno a 150° per 15 minuti, fate raffreddare e frullate insieme al pane grattugiato; trasferite in un piatto , unite i semi di sesamo, il parmigiano e mescolate.
Tagliate la mozzarella a dadini piccoli e tenete da parte.
Accendete il forno a 180°.
Aggiungete il battuto di uova al miglio ormai intiepidito, impastate e formate le polpette: prelevate un po’ di impasto, fate un incavo, posizionate qualche dadino di mozzarella, richiudete, rotolate tra le mani e panate poi nel mix di pane e mandorle. Trasferite in una teglia ricoperta con carta da forno e cuocete per 15-20 minuti, o comunque fino a doratura delle polpettine.

Biscotti al farro e decorazioni in chocolate paste

Blogging, Dolci | 28 ottobre 2014 | By

Non vado matta per i dolci decorati, non mi sono mai dilettata con la pasta di zucchero et simili, forse per pigrizia o forse per uscire da una strada fin troppo trafficata e modaiola.
Poi però la Silikomart mi ha inviato un campione di Chocolate Paste di color nero e ha acceso la mia fantasia.

Inizialmente volevo usarla per ricoprire una torta, però non avendone in altri colori volevo evitare di averla tutta monocolore, così ho preferito decorare in maniera molto semplice dei biscottini al farro integrale.
Non ho voluto esagerare con lo zucchero nell’impasto, in modo che il cioccolato modellabile apportasse lo zucchero mancante.
Potete sbizzarrirvi con le forme che preferite, ricordate sempre di usare una base fissante (io marmellata homemade di arance che si sposava alla perfezione con farro e zenzero).

BISCOTTI AL FARRO E DECORAZIONI IN CHOCOLATE PASTE


Ingredienti (circa 20 biscotti):

-60 g zucchero;
-60 g burro;
-1 cucchiaino raso zenzero in polvere;
-1 uovo medio;
-1 cucchiaino raso bicarbonato;
-100 g farina farro integrale;
-100 g farina 00;
-1 pizzico sale;

Chocolate paste Silikomart;
-marmellata d’arance.

Preparazione:

In una ciotola montate con le fruste lo zucchero con burro e zenzero. Unite poi l’uovo e le farine setacciate con il bicarbonato, quindi il sale e impastate fino ad ottenere una massa morbida e liscia.
Fate riposare in frigorifero per almeno un’ora.
Accendete il forno a 170 gradi.
Stendete l’impasto con uno spessore di circa 5 mm ed infornate per 10-15 minuti, finché non si gonfiano e diventano dorati.
Togliete dal forno e lasciate raffreddare.

Stendete la Chocolate Paste sottile dopo averla ammorbidita con le mani, con uno spessore di circa 2 mm e ritagliate le forme che preferite, fate delle rose o quel che volete.
Spennellate con la marmellata il retro della pasta e poggiatela sui biscotti in modo che si fissi.
Ecco pronti dei biscottini perfetti per una festa, magari per Halloween!

Se vi piace la ricetta e se volete rifarla e fotografarla, taggatemi nelle vostre foto di instagram come monioneinamillion !

Spätzle bianchi all’Emmentaler e cipolla dorata

 
Fino ad una decina di anni fa io ed i formaggi non andavamo per niente d’accordo.
Credo sia colpa dell’asilo, il quale mi ha lasciato un brutto ricordo della pasta al formaggio: un mattone nemmeno tanto caldo, che regolarmente nascondevo nel cassettino sotto al tavolo pensando sempre di farla franca, finché hanno capito che ero io l’autrice del reato e mi assegnavano una maestra che tutti i martedì mi fissava mentre finivo quella cosa indescrivibile fino all’ultimo boccone.
 

(altro…)

Crema di carote e porri con semi

L’avevo annunciato qualche tempo fa sulla Pagina di Facebook (cooosa non siete ancora fan? E come fate a dormire sereni?) : l’arancione è il nuovo nero —>ORANGE IS THE NEW BLACK.

Tranquilli non sto impazzendo, semplicemente la mia cucina era piena di prodotti color arancio e variazioni, quindi ho ben pensato di preparare più piatti a tema.
C’è chi, cone le sue foto meravigliose, ha colto al balzo il mio nuovo mantra ed ha realizzato una vellutata da leccarsi i baffi (tranquille signorine senza peli, non parlo di voi!).
In teoria dovevo cominciare con questa ricetta, ma le carote muticolor dell’orto (ho comprato i semi per avere quelle viola, arancio e bianche, ma non so come mai la maggior parte sono uscite bianche e giallo intenso, ma di viola gran poche: il prossimo anno ci riprovo; PS: nel prossimo post, di lunedì, le vedrete in tutto il loro splendore) abbinate ai porri ovviamente non donano un forte accento arancio al piatto, che così è risultato giallo intenso. 
Ebbene dichiaro traslata la sezione ‘Orange Is The New Blackfino a lunedì, così è deciso, la seduta è tolta.

Questa ricetta senza glutine va a far parte, insieme alle altre del blog, dell’iniziativa 100% Gluten Free (fri)day di GlutenFree Travel&Living, a supporto di chi è celiaco ma non vuole rinunciare a mangiare il più vario possibile. Oltretutto ieri era la 33a Giornata Mondiale dell’Alimentazione organizzata dalla FAO per celebrare l’anniversario della sua fondazione, avvenuta nel 1945.
Il tema di quest’anno è l’Agricoltura familiare: contrastare la fame e la povertà e valorizzare le risorse del proprio territorio. Questo mio piatto è realizzato con gli ultimi prodotti dell’orto, a rappresentazione di quanto sia importante e genuino il km0.

PS: adoro i semi nelle insalate e nelle creme, hanno una nota croccante che adoro, e poi fanno tanto bene!

CREMA DI CAROTE E PORRI CON SEMI

Ingredienti (2 persone):

-5 carote medie (io più o meno muticolor dell’orto);
-1 porro (io 3 piccini dell’orto);
-500 ml circa acqua tiepida;
-cannella a piacere;
-paprika dolce a piacere;
-1 pizzico noce moscata;
-olio d’oliva;
-sale&pepe;

-2 cucchiai semi misti: zucca decorticati, lino e girasole.

Preparazione:

Lavate, pelate le carote e tagliatele a rondelle sottili, lavate bene il porro e tagliatelo a fette di 3-4 mm.
In una pentola capiente versate 3 cucchiai d’olio, portate a temperatura ed unite i porri, fateli dorare qualche istante, poi aggiungete le carote, riportate a temperatura, quindi unite due cucchiai d’acqua, lasciate rosolare un paio di minuti, unite le spezie a vostro piacere (io mezzo cucchiaino in tutto), salate e pepate, unite l’acqua e portate a bollore. Fate cucinare per circa 20 minuti, a fuoco medio, controllando che il livello dell’acqua non scenda troppo ed eventualmente aggiungetene, poca alla volta.
Spegnete il fuoco e frullate col mixer ad immersione.
Servite decorando con i semi.

Lasagna con salsa ai porri, guanciale e chianti (e melagrana)

 
 
 
 
Mi ritengo fortunata, perché spesso posso cucinare con prodotti dell’orto, del balcone, del giardino o donatemi da amici e conoscenti (anche se qui in montagna le colture sono limitate, ma ci si accontenta).
E’ così che spesso nascono le mie ricette, da un regalo.
Questa lasagna per l’MTChallenge n. 42, dopo la prima pubblicata ieri, ne è un esempio.

(altro…)

Lasagna al farro con ragù di pesce e crema al sedano rapa

Come ogni mese, arriva puntuale la sfida dell’MT e questa volta tocca alla splendida lasagna di Sabrina ed al suo blog Les Madeleines di Proust.

Il filo conduttore di questa ricetta prevede la stesura della sfoglia a mano con sua maestà il mattarello e una stratificazione composta da un sugo (non obbligatorio) ed una salsa legante cremosa.

Ultimamente mi sto appassionando alle farine naturalmente senza glutine, quindi ho voluto rendere più ruvida e profumata la sfoglia con la farina di farro integrale, supportata in struttura con la farina 0 di grano di tenero.

(altro…)

CONSIGLIA Liquore alla liquirizia