Fluffosa alle pere, Tonka e ricotta (e buon compleanno)

Fluffosa Pere Tonka
Oggi è una giornata particolare
.
Nulla a che vedere con il film, ma è un qualcosa che mi coinvolge personalmente ed a tutto tondo: oggi è il primo compleanno di iFood.

E’ passato ormai un anno dal quel 23 di marzo dove tutte noi del network eravamo in trepidante attesa di vedere finalmente realizzato un progetto bellissimo su cui tante amiche hanno lavorato giorno e notte, compresi tecnici e un organico meraviglioso di NetAddiction.
Io nel mio piccolo scrivo ricette, faccio foto e ammiro ogni giorno il lavoro che c’è dietro a tutto questo, felice di farne parte e di condividere tutto ciò, ogni giorno.

(altro…)

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 7)

Libri di cucina | 20 gennaio 2016 | By

Migliori libri cucina
Anno nuovo e nuovo appuntamento per i libri di cucina che mi piacciono, che uso sempre o che hanno qualcosa che davvero fa meritare i soldi spesi per comprarli.
Quelli di oggi sono un insieme di acquisti e regali, sempre consigliatissimi dopo accurata analisi e test in cucina.

(altro…)

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 6)

libri di cucina, foodblogger, wishlist, consigli, letture, cook book, i viaggi di green kitchen food in a jar, cibo in barattolo, Wok, cucinare con le erbe selvatiche, spontanee, Cucina vegetariana
Ed io che pensavo che sarebbe stato un appuntamento casuale, quello con i libri di cucina, e invece no, è ormai una saltuaria abitudine, un momento essenziale, e la base di molte blogger.
Eh si, del resto chi non ha intere librerie dedicate ai ricettari, ai volumi, ai giornali ed al raccoglitore di fogli stampati?
Insomma, quell’angolino dove nascondersi quando il mondo non ci capisce, quando si è nervosi e si ha bisogno di sfogarsi tra pagine e padelle.
Ecco, oggi vi porto ancora una volta li, con 5 libri, più o meno nuovi, e molto molto belli. 

(altro…)

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 5)

libri di cucina, foodblogger, wishlist, consigli, letture, cook book, katie davis, naturalmente goloso, what Katie Ate, gelato chez moi, non solo patatine, a tavola appena colti
Sono passati ormai quattro mesi dall’ultimo post sui miei libri di cucina preferiti, ed io certamente non ho smesso di comprarne.
Sono una fissazione, il bisogno di una continua ispirazione, l’incapacità di replicare le ricette in maniera uguale, prendendo spunto per variazioni sul tema, oppure uscendo completamente fuori strada.
Ho una wishlist infinita, in continuo aggiornamento ed oggi, ad un giorno dal mio invecchiamento annuale (eh si, pure io invecchio una volta l’anno!) sono indecisa se farmi l’ennesimo regalo.

Nel frattempo vi lascio con qualcuna delle ultime bellezze che ho scovato, recenti o sempre attuali, che sfoglio la sera, tra una serie tv e l’altra.
Buona lettura!

(altro…)

Cake al mais, cardamomo, cioccolato bianco e sciroppo d’acero

cake, mais, il gusto della terra, cioccolato bianco, cardamomo, sciroppo d'acero, senza glutine, muffin
Parlare di un libro in cui ci sono ricette di tante tue amiche, molte solo virtuali, non è semplice. E ancor meno provare ad essere imparziali. Ma sappiate che cercherò di esserlo il più possibile.

Ho iniziato a sfogliarlo rileggendo per la nonosoqualenumero volta la prefazione di Luca Montersino. E’ emozionante, delicata e quasi incredibile sapendo quanto è importante un maestro come lui per un gruppo di blogger, con belle parole spese per un progetto in cui tante hanno creduto mettendoci impegno, fatica e lavoro, ma soprattutto passione e amicizia. Come ho già detto io in quel libro non ci sono e mi dispiace, perché è davvero ben fatto in tutto, dall’impaginazione, ai colori alle ricette. Ma non importa. Non importa perché posso respirarne i risultati, le sensazioni, la felicità e condividerne i successi.
Come dicevo, l’ho sfogliato imponendomi di non guardare l’ideatrice della ricetta e segnando quelle che più mi attiravano. Certo, molti stili sono inconfondibili, però è omogeneo e pulito, così che le 113 mani diverse si notano pochissimo. Ho segnato parecchie ricette, e tante sono di persone care il cui blog è fonte di ispirazione e conforto, anche nei giorni in cui le ricette non voglio uscire dalla mia testolina, come quella che ho scelto di rifare oggi.

(altro…)

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 4)

libri cucina, Ottolenghi, Green kitchen, Montersino, manuali, Aubergine, libri consigliati
Post-it muticolor che spuntano dai volumi impilati su tavoli, sedie e librerie.
Orecchie nelle riviste più svariate per ricette da provare.
Blocchi per appunti, fogli volanti, idee strampalate trascritte di fretta in una grafia illeggibile.
Ecco, questo è lo stato di casa mia: invasa dalla carta, ed io l’adoro così!

Pian piano aggiungiamo nuovi capitoli alla Rubrica sui Libri di cucina che ho provato, usato e amato ed oggi voglio mostrarvi un acquisto ragionato, un fedele compagno da mesi ,due regali che ho ricevuto di recente, entrambi di Yotam Ottolenghi, e una novità che sto sfogliando pian piano.
Li vedete nella foto qui sopra, e vi dico che non potrete più farne a meno!

1- Fragole a Merenda SABRINE D’AUBERGINE
Il suo libro nasce dal blog, e proprio come in esso, oltre all’importanza delle ricette, vi son storie che vi cattureranno.
E’ ricco, ha più di 350 pagine, divise per argomenti, con preparazioni dolci e salate per ogni momento dell’anno.
Foto bellissime e racconti unici, non può mancare nella vostra libreria!
 
2- The Green Kitchen DAVID FRENKIEL, LUISE VINDAHL
Il mio nuovo guru di cucina! E nono pensate che io non sia una delle tante modaiole del vegetariano o vegano, semplicemente mi piace la buona cucina, sana, curata e ricca di tutti quei cibi che magari vengono un po’ trascurati, dimenticando le loro proprietà, oltre alla loro bontà! Troverete un ampio spettro di ricette, con delle foto splendide, (alcune che ho provato –QUI & QUI– e trovate -o troverete come la pizza no carb di cavolfiore- sul blog) e la possibilità di spaziare ampiamente tra cereali, spezie, verdure e frutta colorata.
E’ un pezzo di rara bellezza, e se ve lo dice una miscredente delle mode del momento, credetemi che è davvero una perla!

3- Plenty
YOTAM OTTOLENGHI
Sempre ricette vegetariane, sempre spezie e sempre colori. Ma qui le note sono più accentuate, raccolgono tutta la conoscenza sul mondo orientale e del cibo in genere, con piccoli esperimenti culinari degni di nota.
Qui sono raccolte 120 ricette che ha pubblicato Ottolenghi su The Guardian (e vi ricordo che ha ben 4 ristoranti a Londra!), che ha suddiviso per ingredienti (provate queste frittelle ai porri) e che mostrano quanto il suo essere dichiaratamente non vegetariano non precluda la possibilità di elaborare un ottimo libro tutto su questo tema, senza scadere nelle mode di cui sopra.
4- Jerusalem YOTAM OTTOLENGHI, SAMI TAMIMI
Altro capolavoro del maestro, affiancato dal suo socio in un paio di ristoranti londinesi. Ricco di storia e di cultura, presenta le elaborazioni di due tradizioni religiose diametralmente opposte che convivono, in continua rivalità, tutt’oggi in Gerusalemme, l’una di Ottolenghi, l’altra di Tamimi.
Devo ancora lanciarmi in qualche preparazione, ma le foto e le ricette mi hanno già conquistata ed a breve proverò di certo una serie di piatti!
5- il Montersino ALBERTO CAPRARI, LUCA MONTERSINO
Un manuale fatto e finito! Perché se nel Terzo capitolo dei Libri di cucina avevo parlato di alcuni manuali che gironzolano per casa mia, questo ha TUTTO! Passa per le tecniche di preparazione, di taglio, la pasticceria in tutte le sfaccettature, i singoli ingredienti e anche questioni chimico-tecniche. Non troverete molte ricette, ma saprete arrivare al cuore di quelle che abitualmente fate, ed è una cosa che io personalmente amo: sapere il perché si usano determinate dosi, accorgimenti, temperature e sequenze. Consigliatissimo!
 

Se volete trovare altri capitoli, eccoveli in ordine temporale inverso:
CAP. 3;
CAP. 2;
CAP. 1;

PS: non sono in alcun modo collegata con editori e rivenditori, per mia praticità vi metto il collegamento ad Amazon dove io mi rifornisco prevalentemente e senza intoppi!

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 3)

 
Terza puntata (e qui la 1 e la 2) della Rubrica sui libri che non possono assolutamente mancare nella vostra libreria (e so che da amanti dell’arte del cucinare avete già una lunga wishlist!).
Oggi ho preferito dedicarmi ai libri di base, a quelli con le tecniche assolute e imprescindibili, che vanno dalle classiche ricette di casa agli approfondimenti scientifici, alcuni che ormai sono la mia guida da anni e gli altri in ordine di acquisizione, ma tutti estremamente consigliati!

(altro…)

Dolci Regali (perché non c’è due senza tre)

Libri di cucina | 16 dicembre 2014 | By

 
 
Il Natale è alle porte ed oggi volevo parlarvi del nuovo libro dell’MTC che uscirà proprio in questa giornata: DOLCI REGALI.
Non semplicemente perché potrebbe essere una bellissima idea di regalo di Natale con la sua copertina dorata, ma perché c’è anche una mia ricetta!
 
E’ un libro che parte dalla ricetta del babà per poi spaziare in tutte quelle preparazioni sorte tra la fine del XVII e gli inizi del XIX secolo, ossia quando la pasticceria vede il suo sviluppo come arte autonoma, in cui i dolci lievitati diventano il simbolo del potere (da qui l’aggettivo Regali nel titolo).
Al contempo però troviamo anche ricette ‘povere’, perché anche il popolo voleva poter godere di quelle delizie nei giorni di festa.
 
Una sezione a parte raccoglie le ricette che hanno concorso come accompagnamento nella sfida, appunto, del babà, ossia Zucchero (bagne e sciroppi), Creme e la Dispensa del Castello (con liquori, conserve, etc), portando così a compimento un insieme di 131 ricette.
Cosa aspettate a comprarlo??
 
Se se volete partecipare all’anteprima, recatevi MARTEDÌ 16 DICEMBRE alle ORE 18.00 al CAFFE’ CAMBI, VICO FALAMONICA, 1 R di GENOVA

 

DOLCI REGALI
Collana “I libri dell’MTChallenge”
SAGEP Editori- Genova
Prezzo di copertina: 18,00 euro
Foto Paolo Picciotto
Illustrazioni Mai Esteve
Editor: Fabrizio Fazzari
Impaginazione: Barbara Ottonello
in vendita in tutte le librerie e online su Amazon e IBS.

Acquistando una copia di Dolci Regali, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link:http://www.piazzadeimestieri.it/), un
progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in uno spazio che ricrea l’atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e, ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della realtà, derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.

Visto che nel libro troverete la mia ricetta del Lemon Curd, presto vi proporrò una variazione sul tema!

 

I miei libri di cucina preferiti (capitolo 2)

 

 
E’ passato un po’ (troppo) tempo dalla prima puntata di questa Rubrica, ma mi sono completamente persa nei meandri del blogging.
Ebbene, oggi vorrei recuperare, con ben 6 libri che fluttuano tra gli scaffali ed il banco di lavoro.
Due mi sono arrivati da poco, altri li ho da tempo e uno ormai è mio compagno inseparabile da un paio d’anni e non tradisce mai.
Eccoli!
 
1- Hamburger Gourmet -BLEND HAMBURGER GOURMET
Per me, che amo alla follia i panini (la mia famiglia ha gestito per anni un rifugio sugli impianti sciistici ed io adoravo la piastra dove la mamma mi ha insegnato a fare i migliori club sandwich del mondo: primo o poi doterò la mia cucina del Fry-top!) e non ne ho mai abbastanza di sperimentare questo è un libro unico, che parte dalla ricetta dei buns, passando per una miriade di salse e condimenti, fino ad arrivare alle ricette vegetariane. Decisamente da non perdere!
 
2- Crudo – DELPHINE DE MONTALLIER
Ve lo dico, è particolare, ma, a mio parere, in senso positivissimo!
Non è un libro totally raw, ma sono una serie di proposte in più ambiti di come realizzare ottime preparazioni crude o scottate, con marinature e condimenti.
Bella anche la parte sulla basi senza cottura per le torte!
 
3- California Bakery– ALESSIO BAU’
Per moltissimi starò citando un libro-culto e si chiederanno che bisogno ci fosse di citarlo.
Eppure l’ho voluto inserire, perchè è si un libro di ricette ben spiegate e tradizionali, senza margine d’errore, ma è soprattutto la storia di un sogno, di cosa può fare la forza di volontà.
Le ricette assumono quindi quasi la forma di un contorno che rende ancora più magico questo volume imperdibile!
 
4- Leçons de confitures – CHRISTINE FERBER, MARIE-FRANCE MICHALON
Ho preso questo libro da poco, ma l’ho subito scelto tra i miei preferiti.
Non conosco il francese, eppure è scritto in maniera semplice e capibile, e con un traduttore online per capire alcune parole sconosciute lo si usa tranquillamente. Ho in programma di provare presto alcune idee, ed il bello di questo volume è che ha sia ricette classiche (ovviamente realizzate con l’ormai famoso Metodo Ferber che permette di evitare l’uso della pectina senza snaturare la freschezza degli ingredienti con lunghe cotture) sia particolari, con abbinamenti intriganti.
 
5- Dolci– GIOVANNI PINA
Cercavo un volume con la pasticceria di base e mi sono imbattuta in questo manuale ben fatto, che spiega nei dettagli, ma in maniera facile, tutte le basi, con ricette più o meno complesse.
Il bello di questo libro è che spiega il perché di certe tecniche, ingredienti o utensili.
Unica pecca, ma è solo una questione personale: le fotografie non mi piacciono particolarmente.
 
6- Regali golosi– SIGRID VERBERT
Uso questo libro da tempo, un paio d’anni sicuramente.
Mi piace, è ben strutturato (a parte gli smile continui nelle ricette: aiuto!) e si trovano moltissime tipologie di ricette e consigli, idee e trucchetti. Consigliato per chi come me ama fare regali fatti in casa per Natale o avvenimenti speciali, ma anche per qualche idea dolce o salata in cucina semplice e golosa, con anche una mini sezione light e gluten free.
Del resto chi segue il suo blog non può non apprezzarla! 



PS: non sono in alcun modo collegata con editori e rivenditori, per mia praticità vi metto il collegamento ad Amazon dove io mi rifornisco prevalentemente e senza intoppi!

Le merende di Mamma Papera

Spesso essere foodblogger, o sperare di esserlo non è facile.
Passi da un mondo di amici che si complimentano con te per le ricette che prepari, ad una realtà alternativa e distorta, in cui se sei bravo giornalisti e cuochi ti additano per il tuo ‘non essere né uno né l’altro‘. Nel mio piccolo non sono arrivata a tanto, tant’è che nemmeno mi definisco foodblogger, ma conosco la realtà di questo ambiente che non guarda in faccia nessuno.
E’ un mondo in salita, dove un like o un commento possono addirittura rovinarti o renderti migliore la giornata. Certo, le meno emotive vanno avanti, sopportano e supportano, ma tutte abbiamo una vita fuori delle nostre pagine, un lavoro, impegni e disavventure e spesso quando il blog è il tuo sfogo, il posto dove ti senti vera e capace, anche la minima critica può affondarti.
Una premessa doverosa per un post particolare oggi, dedicato di nuovo ad un libro di cucina, ma non dell’MTC questa volta.
E’ il libro di Alessandra, in arte Mamma Papera, il cui blog in continua evoluzione è stato e sarà spunto per molte di noi, che aneliamo ad avere la sua forza e la sua caparbietà per portare avanti un progetto così impegnativo e ben riuscito.
Il libro si intitola Le Merende di Mamma Papera, è ormai diffuso nelle librerie e negli store online, quindi non potete perdervelo.
Io l’ho già messo nella mia (eterna) wishlist di Amazon, ed oggi scopro che Alessandra ha addirittura organizzato un bel Giveaway mettendo a disposizione tre copie con dedica, quindi come potevo mancare? Impossibile!
Ecco quindi che: con questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le righe di un libro, che comincia il 18 luglio e termina il 25.
Nell’attesa di sapere se vincerò questa piccola meraviglia, vi invito a seguire il suo blog, la sua pagina facebook ed a comprare il libro!!
n
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf
on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf

on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf
on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf
on
questo post partecipo al GIVEAWAY di Mamma Papera Il mio cuore tra le
righe di un libro – See more at:
http://mammapapera.it/2014/07/il-mio-cuore-tra-le-righe-di-un-libro/#sthash.7DEIL2fN.g5N67aUf.dpuf
CONSIGLIA Ciambella con sorpresa