Sardine gratinate

sardine gratinate

Cucino raramente il pesce, eppure lo adoro.
A settembre sono stata a Lignano una settimana e così al rientro mi sono portata a casa un po’ di pescato fresco, tra cui delle bellissime sardine.
Inizialmente pensavo di farle fritte, poi però ho pensato alla cucina da pulire e così tra la voglia di mangiarle ‘in saor’ (ricetta tipica veneta con cipolle stufate, uvetta, pinoli e una punta d’aceto) e i consigli di un’amica su come prepararle (”Falle gratinate, veloce e d’effetto!”) ho proprio fatto quest’ultima versione, ma a modo mio.

Se potete fatevi pulire le sardine in pescheria: per me era la prima volta e ci ho messo quasi 40 minuti!! Però almeno ho imparato come si fa (tagliate di netto la testa sotto le branchie e togliete le interiora, praticate un taglio lungo la pancia fino all’attaccatura della coda, tagliate quest’ultima, e internamente finché sentite la lisca sulla lama; apritele delicatamente con le mani e partendo dal basso tirate la lisca fino in cima: si apriranno a libro appena la lisca sarà eliminata, poi pulitele sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali residui o spine).

preparare sardine gratinate

SARDINE GRATINATE

Tempo di preparazione : 20 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti
Per 8 porzioni

INGREDIENTI

  • 1 kg sardine (meglio già pulite);
  • 1 cipolla (io rossa);
  • 1 cucchiaio aceto di mele;
  • 1 cucchiaio zucchero di canna;
  • 40 g mandorle affettate (non avevo i pinoli, ma ci stanno a meraviglia);
  • 50 g uvetta ammollata;
  • pan grattato;
  • olio d’oliva extravergine;
  • sale fino;
  • pepe nero macinato;
  • erba oliva (santolina).

PREPARAZIONE

Affettate finemente la cipolla e versate due giri d’olio in una padella, quindi fate soffriggere leggermente la cipolla, spolverate con un pizzico di sale e pepe e chiudete il coperchio abbassando la fiamma. Lasciate cuocere finché è traslucida e morbida, poi unite l’aceto e lo zucchero e quando quest’ultimo si è sciolto togliete dal fuoco e fate raffreddare.
Mescolate in una ciotola 6-7 cucchiai di pan grattato con l’uvetta, le mandorle (tenetene una manciata da parte per spolverare) e erba oliva tritata a piacere.
Accendete il forno a 180 gradi.
Fate un giro d’olio in una pirofila da 24×24 cm, spolverate con pan grattato e distribuite uno strato uniforme di sardine, salate e pepate, poi distribuite 1/3 del composto di pan grattato, quindi 1/3 delle cipolle.
Proseguite alternando gli strati e ultimando con uno di sardine; copritele abbondantemente con pangrattato, salate, pepate, unite un pizzico di erba oliva e le mandorle tenute da parte. fate un giro d’olio ed infornate per 25-30 minuti, fino a quando la superficie è dorata.

 

Se ti piace la ricetta e se vuoi rifarla e fotografarla, taggami nelle tue foto di instagram come monioneinamillion oppure posta la foto sulla pagina facebook ed io la condividerò con piacere sui social!

sarde in saor gratinate

sardine gratin

Gratine di sarde ins aor

Comments

  1. Leave a Reply

    Francesca
    5 ottobre 2017

    Ho riscoperto il pesce azzurro solo da poco e adesso sto recuperando! Cocotte, superficie gratinata, sapori anche agrodolci, echi siciliani… amo!
    Ho visto su IG la foto e sono subito venuta qui, come per sedermi alla tua tavola! 🙂

    • Leave a Reply

      Monica Giustina
      9 ottobre 2017

      Io le sardine le amo fin da quando sono piccina, fritte poi…ah che bontà! Grazie tesor, sono felice ti siano piaciute <3 arrivo subito con un posto in tavola anche per te!

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Find me on…

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

100% BLOGGALLINA

BASI

EASY IN 20 MINUTI

DOLCI

GREEN FOOD

ONE PANCAKE

LIBRI DI CUCINA

Archivi

CONSIGLIA Risotto al salto