Quiche di grano saraceno con radicchio tardivo, scalogno e mele dolci

quicheradicchiomele1

Domani il calendario mi dice che è San Valentino, ma per me è un sabato qualsiasi.
Fino a qualche tempo fa organizzavo qualcosa di carino per sfruttare l’occasione più che la festa in sé, ma al momento non sono più incline a certi festeggiamenti, ed infatti se di solito compravo regalini e prevedevo dove andare a cena, quest’anno non ho voluto fare niente ed ho detto a mio marito che, se voleva fare qualcosa, di pensarci lui.
Vedo già il programma di domani sera : silenzio, partita, frittatona di cipolle e rutto libero (per lui).
Chissà, magari verrò smentita, magari avrà organizzato una splendida sorpresa, ma dubito fortemente.
E so già che mi inc… arrabbierò tantissimo.
La solita vana speranza che un ‘No, non voglio fare nulla‘ si tramuti in un ‘Amore hai organizzato una sorpresa splendida‘.
Ah, noi donne, come siamo complicate.

E se poi aggiungiamo il fatto che l’altro ieri ho fatto il brodo per gustarmelo con tantissimi passatelli il giorno seguente e lui, per la foga di lavare i piatti di corsa e tornare sul divano, l’ha buttato pensando fosse acqua sporca, che San Valentino volete che sia il mio?
Al momento è previsto ‘pane&musetto‘ in menù, con un’entrée di ‘nontiparloaltrimentitiuccido‘.

Insomma, bando alle chiacchiere romantiche (e di brodo, non di giuggiole): oggi è venerdì e ho pensato di proporre, per il 100% Gluten Free (fri)day di GlutenFree Travel&Living, una quiche con uno degli alimenti di stagione che più adoro, ossia il radicchio tardivo di Treviso. Ho giocato con gli equilibri e l’ho affiancato alle mele pink lady, dolcissime, alla pancetta salata, alla crème fraîche, all’aromatico scalogno e ad una brisée totally glutenfree, che ho visto sul bellissimo blog di Rossella e ho voluto provare immediatamente!
Che dire, questa torta salata è talmente buona che potrei quasi addolcirmi anche io e dire che amo San Valentino 😉

100GlutenFreeFriDay1-225x300

QUICHE DI GRANO SARACENO CON RADICCHIO TARDIVO, SCALOGNO E MELE DOLCI
per uno stampo da 26 cm
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
25 min
Total Time
1 hr 55 min
Prep Time
30 min
Cook Time
25 min
Total Time
1 hr 55 min
Ingredienti
  1. BRISÉE
  2. -200 g di farina di grano saraceno;
  3. -90 g di burro freddo a fiocchetti;
  4. -2 cucchiai di acqua fredda;
  5. -1 uovo;
  6. -sale.
  7. RIPIENO
  8. -2 cespi radicchio tardivo di Treviso;
  9. -100 ml acqua;
  10. -1 scalogno;
  11. -150 g pancetta dolce;
  12. -200 ml panna acida;
  13. -2 cucchiai di latte;
  14. -1 uovo;
  15. -1 cucchiai parmigiano grattugiato;
  16. -1/2 mela pink lady;
  17. -olio d'oliva;
  18. -sale&pepe.
Preparazione
  1. BRISÉE
  2. Unite in una ciotola la farina, il sale ed il burro, e lavoratelo velocemente come se fosse un crumble (sbriciolandolo con le mani senza scaldarlo), aggiungete quindi l'uovo e l'acqua, mescolate e impastate fino ad ottenere un panetto morbido.
  3. Avvolgetelo con la pellicola e fate riposare in frigorifero per un'ora.
  4. RIPIENO
  5. Lavate ed asciugate il radicchio, affettatelo ottenendo pezzetti di circa 2 cm; versate 3 cucchiai d'olio in una padella dai bordi alti, mettete sul fuoco medio, unite il radicchio, salate e pepate e dopo circa 5 minuti (che si è rosolato) versate l'acqua. Fate ammorbidire a fuoco basso per circa 10 minuti, senza far assorbire del tutto l'acqua, quindi spegnete e lasciate raffreddare.
  6. Tagliate a cubetti la pancetta e fatela rosolare il padella; dopo un paio di minuti unitevi lo scalogno affettato finemente, fate soffriggere delicatamente il tutto, quindi spegnete e unite al radicchio tiepido.
  7. Accendete il forno a 165° (come vedete dal bordo BRUNITO il mio forno scalda molto, altrimenti impostatelo a 175 gradi).
  8. Sbattete in una ciotola l'uovo con il parmigiano, il latte, la panna acida, qualche macinata di pepe e poco sale, ottenendo un composto omogeneo.
  9. Grattugiate la mezza mela con la grattugia a fori larghi; tenete un cucchiaio colmo da parte, il resto unitelo al radicchio con scalogno e pancetta.
  10. Prelevate la brisée dal frigorifero e stendetela con uno spessore di 5-6 mm, quindi usatela per foderare la base di una tortiera imburrata, facendo un bordo di circa 4 cm.
  11. Mettete sulla base il radicchio con gli altri ingredienti, versateci sopra il composto di panna acida, quindi rifinite con la mela che avevate tenuto da parte.
  12. Infornate per 20-25 minuti, finché la superficie sarà leggermente dorata.
  13. Sfornate, lasciate intiepidire, quindi servite con un buon vino aromatico.
One CAKE in a million http://www.onecakeinamillion.ifood.it/

quicheradicchiomele
quicheradicchiomelefetta
quicheradicchiomeleslogan
quicheradicchiomelevicino

Comments

  1. Leave a Reply

    Erica Di Paolo
    13 febbraio 2015

    Ci sono cose per cui mi dico “sono felice di essere sola”, ahahahahahahahahahah. Beh, tu pensa che io domani sera avrò a che fare con ciurme di ragazzini desiderosi di festeggiare il San Valentino con la propria anima gemella….blaa, che inutile eccesso di dolcezza. Non dico che appoggi il rutto libero, ma….. ci godiamo questa meraviglia, che è indubbiamente un’opera d’arte? ^_^
    Ti abbraccio gioia mia.

    • Leave a Reply

      Monionecakeinamillion
      16 febbraio 2015

      Tesor spero tu abbia passato un bel San Valentino alternativo, ma distante dalle sdolcinatezze 😉
      Grazie dei tuoi complimenti sempre apprezzatissimi <3

  2. Leave a Reply

    Nicol
    13 febbraio 2015

    Siamo sante, non c’è altro da aggiungere!!
    Io domani andrò a cena (tutta sta crisi e sta poca voglia di festeggiare, ma i ristoranti sono pieni e non sapevo dove sbattere la testa. per inciso, l’anno scorso hamburgerozzo e via eh) e poi boh, probabilmente tv o passeggiatina al freddo.
    Ma niente regali, zero.
    In compenso vorrei una fettazza di quiche dopo aver ingurgitato una cotolettina e una valanga di insalata.
    buon weekend! <3

    • Leave a Reply

      Monionecakeinamillion
      16 febbraio 2015

      Arrivo in ritardo, ma qui tra connessione, problemi di computer etc sono presa con le bombe!
      Io alla fine ho ricevuto un libro fichissimo e siamo andati a cena ad un ristorante nuovo che mi piace un sacco…ed ho mangiato troppo, così non ho dormito nulla. Forse sarebbe stata meglio la frittata di cipolle? 😉

  3. Leave a Reply

    Lalla
    13 febbraio 2015

    Penso proprio che il mio sabato domani sarà esattamente come il tuo e non mi mancherà nulla ;-). Avrei viìoluto pubblicare anche io oggi, pesce , ma non ce l’ho fatta e lo farò domani ….San Valentino ;).
    Bellissimi accostamenti ma quello che mi affascina è il grano saraceno nella briseè …pensa proprio domenica ho fatto il pane con il grano saraceno preso sulle Dolomiti a dicembre….ora lo amo e spero di trovarlo anche qui e mi piace l’idea di utilizzarlo anche come hai fatto tu.
    Buon we !

    • Leave a Reply

      Monionecakeinamillion
      16 febbraio 2015

      Si hai ragione, la cosa migliore è quella brisée: fantastica!
      Alla fine la mia serata è stata bellissima, e diciamo che il marito si è fatto perdonare organizzando tutto al meglio !

  4. Leave a Reply

    Simona Stentella
    15 febbraio 2015

    Ahahahahahhahaha, noi per fortuna niente partita, visto che a nessuno dei due piace il calcio! Abbiamo festeggiato partecipando al compleanno della compagna di asilo di Margherita….e siamo stai molto bene. Io? Mi ero scordata pure S. Valentino e per pranzo avevo fatto la pasta al tonno!!!! ahahhahahahahahah
    Vabbè, comunque la tua proposta è favolosa….sia di aspetto che immagino di sapore! Assolutamente da provare!

  5. Leave a Reply

    Valentina
    15 febbraio 2015

    Ciao Moni <3 Ho un vero e proprio debole per le quiches e questa mi ispira troppooooo *_* Radicchio tardivo, grano saraceno, mele dolci.. ma come si fa a resistere? Bravissima tesoro! Un abbraccio grande :**

    • Leave a Reply

      Monionecakeinamillion
      16 febbraio 2015

      Io pure le adoro, soprattutto quando non ho tempo ed ho voglia di fare delle variazioni sul tema.
      Grazie cara, un bacione giga!

  6. Leave a Reply

    Alessandra
    16 febbraio 2015

    Dolce e amara quiche, come le pene d’amore! 😀 Bellissimo abbinamento Moni, e poi quella crosta super rustica di grano saraceno…!

    • Leave a Reply

      Monionecakeinamillion
      16 febbraio 2015

      Ah maledetto amore, quante sofferenze…ma poi per fortuna ci sono tante soddisfazioni e bei momenti! Grazie mille tesoro, sono contenta ti piaccia!

  7. Leave a Reply

    FornoStar
    16 febbraio 2015

    Ma che bell’aspetto che ha!
    Lasciamo stare argomento San Valentino e gettiti incauti, ne avrei da raccontare… Pensa solo che io non ho solo il marito, ma altri 3 maschi per casa…

  1. Gluten Free Travel and Living » Quiche di grano saraceno con radicchio tardivo, scalogno e mele dolci - Gluten Free Travel and Living - […] http://www.onecakeinamillion.ifood.it/2015/02/quiche-di-grano-saraceno-con-radicchio-tardivo-scalogn… […]

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Find me on…

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

100% BLOGGALLINA

BASI

EASY IN 20 MINUTI

DOLCI

GREEN FOOD

ONE PANCAKE

LIBRI DI CUCINA

Archivi

CONSIGLIA Pizza in teglia con burrata e carciofi