Pancake con farina di castagne ed i lieviti

 

 

Venerdì, sinonimo di ricetta senza glutine!
Anche questa settimana non dimentico l’appuntamento con il 100% Gluten Free (fri)day di GlutenFree Travel&Living, sempre alla ricerca di ricette sglutinate, buon e golose, ed al contempo non dimentico la nuova rubrica OnePancake.
Oggi vi presento dei pancake perfettamente autunnali, saporiti e profumati, con la farina di castagne che è naturalmente senza glutine.

 
Ho voluto provare ad usare la panna acida nel composto, combinandola al bicarbonato di sodio per la lievitazione.

Questa è la classica abbinata di base+acido che si trova nel comune lievito chimico (normalmente bicarbonato di sodio+cremor tartaro [o altri agenti acidi, che permettono uno sviluppo di CO2 più lento] +amido, quest’ultimo per stabilizzare assorbendo l’umidità e per aumentare il volume del composto, in modo da poterlo dosare meglio) e in moltissimi dolci americani (solitamente baking soda e buttermilk – bicarbonato e latticello).
Evitate di sostituire il bicarbonato con il lievito chimico in ricette di questo tipo, perché abbinato all’acido della panna rischia di rendere amaro il prodotto finito (l’acido contenuto nel lievito non reagisce completamente, perché il bicarbonato ha già reagito con l’acido della panna e rimane li, pronto per essere assaporato!).
 
PANCAKE CON FARINA DI CASTAGNE
 
Ingredienti (12 pancake):
 
-220 g farina di castagne;
-1 cucchiaino raso bicarbonato;
-30 g zucchero;
-200 g panna acida;
 
-1 uovo grande;
-180 ml latte fresco;
 
 
-burro per il padellino;
-sciroppo d’acero per servire;
 
Preparazione:
 
Setacciate in una ciotola la farina di castagne ed il bicarbonato, unite lo zucchero e mescolate.
Aggiungete la panna acida ed amalgamate.
A parte sbattete leggermente l’uovo, quindi unitelo al composto e mescolate.
Unite il latte pian piano, mescolando fino ad ottenere un composto liscio e abbastanza denso.
Scaldate un padellino a fuoco medio (oppure una padella grande, in modo da farne 4 alla volta, che stiano ben distanziati in modo che non si attacchino in cottura e che -nel girarli- non vengano a contatto col lato crudo del vicino) ungetelo con una passata di burro e versate circa mezzo mestolo di impasto (2 cucchiai colmi).
Appena in superficie cominciano a spuntare le bollicine girateli velocemente e fate cuocere per due minuti sull’altro lato.
Fate gli stessi passaggi fino a terminare l’impasto (gli altri li potete tenere al caldo in forno, impostato a 70-80 gradi), quindi servite con abbondante sciroppo d’acero (o composte, miele, etc).

Se vi piace la ricetta e se volete rifarla e fotografarla, taggatemi nelle vostre foto di instagram come monioneinamillion !
 

 

Comments

  1. Leave a Reply

    Erica Di Paolo
    31 ottobre 2014

    Adesso: lascio da parte le parole da spendere per queste delizie, lascio da parte l'amore per i pancakes, ma….. che meravigliosa siegazione hai dato, per l'utilizzo della componente acida in reazione alla componente basica? Tu sei mitica!!!!!!!! Ti adoro ^_^
    Grande zia Yayetta!!

    • Leave a Reply

      onecakeinamillion
      31 ottobre 2014

      Grazie Erica, mi piace sempre arrivare alla base delle ricette, capire la chimica e gli sviluppi, in modo da poter scegliere io come procedere con una ricetta nuova che mi balza alla mente. Io sono davvero alle prime armi, ma pian piano ci provo!
      Un bacione grande

  2. Leave a Reply

    Mila
    31 ottobre 2014

    Le spiegazioni sono davvero esaustive…penso d'aver usato forse una volta in tutta la mia vita la farina di castagne…. bello però il tuo risultato!!!!

    • Leave a Reply

      onecakeinamillion
      31 ottobre 2014

      Diciamo che sono un po' basic, ma non sono abbastanza ferrata per addentarmi troppo nell'argomento.
      Io solitamente la uso accompagnata sempre da una farina che dà struttura, ma qui funziona benissimo anche da sola! Grazie!

  3. Leave a Reply

    Chiara Setti
    31 ottobre 2014

    Ho tutti gli ingredienti per provare a farli! 🙂 grazie mille anche per le spiegazioni sui lieviti!

    • Leave a Reply

      onecakeinamillion
      3 novembre 2014

      Ciao cara. Uh guarda io la trovo in tantissimi supermercati, ormai è molto diffusa. Non è proprio uguale alla classica americana, ma molto simile.
      La trovi anche con nomi stranieri: sour cream, crème fraîche, Sauerrahm.
      So che si può provare a farla in casa, io non l'ho mai fatta, ma di solito si fa così:
      100 g panna fresca
      100 g yogurt greco
      succo di mezzo limone
      Panna e yogurt insieme in una ciotola, mescola, poi aggiungi il succo del limone, mescola bene. Fai riposare un'oretta e poi la usi!

  4. Leave a Reply

    Ilaria Guidi
    4 novembre 2014

    Ciao Monica, che bello arrivare nel tuo blog!! Un delizioso angolino…e questa ricetta poi è strepitosa! Io adoro le castagne e i pancakes!! 🙂 Complimenti di cuore e un bacio grande!!
    Ila

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Find me on…

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

100% BLOGGALLINA

BASI

EASY IN 20 MINUTI

DOLCI

GREEN FOOD

ONE PANCAKE

LIBRI DI CUCINA

Archivi

CONSIGLIA Embossed cookies